in

Sampdoria, bufera Ferrero: “Covid? Non uccide”

Ferrero (Sampdoria)
Ferrero, presidente della Sampdoria

Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero è un’eccezione all’interno del pacato mondo dei presidenti di Serie A. Alla compostezza di un ruolo istituzionale, il patron romano risponde in maniera genuina, talvolta sboccata, e di sicuro imprevedibile. L’ultimo episodio, tuttavia, ha generato una vera e propria bufera attorno al numero uno della Samp, che ha parlato dell’emergenza Covid da un suo – personalissimo – punto di vista.

Le dichiarazioni rilasciate a Radio Capital spiazzano ed offrono una posizione inusuale in merito al tema: Covid? Non uccide, rispettiamo la malattia ma non va enfatizzata. Gli scienziati vanno in televisione, certo. Ma ognuno dice qualcosa di diverso”. Parole dette tutte d’un fiato, così come un suggerimento polemico diretto alla categoria: “Il tampone possono metterselo da qualche altra parte”.

Sampdoria, Ferrero deciso: “Così fermano la vita”

Dopo aver detto la sua sull’emergenza Covid, spingendo controcorrente, Ferrero ha proseguito trattando il tema stadi: “Devono restare aperti al 30% di pubblico”. Più semplice del previsto, dunque, per il presidente della Sampdoria convivere con il virus, al netto dei casi in aumento quotidianamente. La percezione del problema riguarda anche il futuro della Serie A, per cui è spuntata di recente l’ipotesi della creazione di una bolla simil-NBA, in cui i giocatori dovrebbero risiedere fino a fine stagione.

Ferrero si è espresso in diretta radio anche su questa eventualità, dichiarandosi nettamente contrario: Non ci inventiamo cose che non esistono. L’incertezza uccide le menti delle persone. Tra poco saremo costretti a chiudere gli ospedali per il corpo ed aprire quelli per la testa. Prima il cinema, poi il calcio: così fermano la vita.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Vota Articolo

749 points
Upvote Downvote
Andrea Belotti, attaccante del Torino

Torino, oggi doppio allenamento: in campo anche Belotti

Dzeko Barella

Inter, Barella come Riquelme: i commenti dall’Argentina