in

Sampdoria, Ranieri: “Con la Lazio molto fumo e niente arrosto. Non credo fosse rigore…”

Claudio Ranieri ha rilasciato un’intervista dopo la sconfitta rimediata dalla Sampdoria contro la Lazio questo pomeriggio per 0-1, con i blucerchiati che sono stati poco incisivi in attacco.

Claudio Ranieri (Sampdoria)
Claudio Ranieri (Sampdoria) @Image Sport

Claudio Ranieri è intervenuto ai microfoni di Sky Sport nel post partita di Lazio-Sampdoria, con i blucerchiati che sono usciti sconfitti per 0-1 in una gara dove l’attacco non è riuscito ad essere abbastanza incisivo: “Forse è mancato l’ultimo passaggio per mettere in condizione gli attaccanti di segnare: abbiamo avuto supremazia, ma molto fumo e niente arrosto. Onestamente non posso rimproverare nulla ai ragazzi, hanno fatto un’ottima partita contro un’ottima prestazione della Lazio. La gara è stata molto equilibrata, poi la Lazio ha rotto gli indugi su un nostro errore. Nel finale di primo tempo abbiamo spinto e creato tanto, nonostante Reina non abbia fatto grandi parate. Non è stato un pomeriggio semplice, i contropiedi loro erano quasi tutti in fuorigioco, tranne l’ultimo di Milinkovic. Senza Cattiveria? Sono d’accordo, non abbiamo concretizzato, c’è riuscito una volta Quagliarella: non credo ci fosse il rigore, ma era andato sul primo palo, peccato”.

Gallery Lazio Sampdoria
Gallery Lazio Sampdoria

Sampdoria, Ranieri: “Ho voluto proteggere i miei giocatori…Quagliarella è un professionista”

Ranieri ha parlato del match perso contro la Lazio, ma anche di alcune critiche ricevute a Genova per poi concludere il discorso con qualche aneddoto su Fabio Quagliarella: “Ne arrivano tante di critiche, ma qualcuno si diverte a fare il bastian contrario, dunque ho voluto mettere i puntini sulle i. Abbiamo fatto ottime partite ed altre non bellissime, e ce ne saranno ancora tante: ho voluto proteggere i miei giocatori, poiché non mi sembra giusto criticare una squadra che si sta tirando fuori da una zona brutta”.

In più ha aggiunto: “Fabio è un professionista serio, non so quanto giocherà ancora, dipende da lui: si diverte in allenamento, non molla mai e questo mi rende felice. Logicamente non farà tutte le partite, cerco di fargli giocare quelle in cui possiamo dargli qualcosa in più noi. Lui è un predatore d’area, ma manda al goal anche gli altri: oggi ci ha provato, facendo una gara di qualità e sacrificio”.

Anna Maria Baccaro, giornalista sportiva

Anna Maria Baccaro, tra Salernitana e Serie B: un mix perfetto tra passione e giornalismo

Bologna Sassuolo

Sassuolo-Bologna, Derby emiliano al Mapei: cercasi continuità