in

Sampdoria, riecco Gabbiadini: titolare contro il Bologna?

Manolo Gabbiadini, attaccante della Sampdoria
Manolo Gabbiadini, attaccante della Sampdoria

Questa settimana potrebbe essere decisiva per l’attaccante della Sampdoria, Manolo Gabbiadini, che è fuori dai campi di gioco da ormai diverse settimane e non parte titolare in campionato da un Brescia-Sampdoria di 4 mesi fa. La sosta potrebbe essere utile all’ex Napoli per accelerare i tempi di recupero e provare ad essere disponibile per la sfida di domenica, quando al Ferraris arriverà il Bologna dell’ex blucerchiato Sinisa Mihajlovic. Il rientro del classe ’91 potrebbe tornare utile a mister Ranieri visto che in questo inizio stagione ha potuto contare in attacco solo sulla certezza Quagliarella.

Il compagno di reparto Keita, arrivato nella scorsa sessione di calciomercatoGenova, infatti è alle prese con dei fastidi muscolari che lo terranno fuori anche contro gli emiliani, mentre Ramirez sembra in leggero affanno in questo scorcio iniziale di Serie A. Tuttavia Gabbiadini potrebbe cominciare a ritrovare condizione entrando quantomeno a partita in corso, ma in settimana sono attesi aggiornamenti e non è escluso che l’ex attaccante del Southampton possa partire titolare contro il suo ex allenatore.

Sampdoria, come cambia l’attacco con Gabbiadini

La Sampdoria in estate ha lasciato partire Bonazzoli, verso Torino, sostituendolo con l’ex Inter e Lazio Keita che però non è riuscito ancora ad incidere in campionato complici anche dei continui fastidi muscolari. La squadra ligure si è aggrappata quindi al solito Quagliarella visto l’infortunio di Gabbiadini che però è vicino al rientro e potrebbe riprendersi il posto da titolare al fianco del capocannoniere dei blucerchiati. Con l’ex Napoli in campo la Samp potrebbe ritrovare l’attacco titolare che ha guidato la squadra di Ranieri nella scorsa stagione, con le due punte che insieme raggiunsero quota 22 gol in Serie A divisi perfettamente a metà: 11 a testa.

Tuttavia il jolly Ramirez sarebbe costretto ad indietreggiare nuovamente e ritornare nella posizione di esterno, o di trequartista, a seconda del modulo prescelto dal coach blucerchiato. Se Manolo ritornerà presto sulle note positive della scorsa stagione allora l’uruguaiano sarà costretto a fare staffetta con lo stesso o ad “accontentarsi” di un posto a centrocampo, ovviamente considerando che l’ex centrocampista del Bologna potrebbe anche diventare un tassello da utilizzare a partita in corso come già accaduto in passato.

Commenti

Lascia un commento

Loading…

0

Vota Articolo

349 points
Upvote Downvote
Roberto Mancini, CT della nazionale italiana

L’Italia convince e Gravina punta tutto su Mancini

Ola Aina, terzino del Torino in prestito al Fulham

Torino, Aina ha convinto il Fulham: riscatto in vista?