Sassuolo-Cagliari, Di Francesco: “4-3-3 dinamico, posesso palla strategico”

Eusebio Di Francesco, allenatore del Cagliari
Eusebio Di Francesco, allenatore del Cagliari

Sicuramente per l’allenatore del Cagliari Di Francesco la prima partita di campionato avrà un significato speciale: dal 2014 al 2017, infatti, è stato il tecnico dei neroverdi. Nella conferenza stampa che precede l’incontro del 20 settembre Sassuolo-Cagliari, Di Francesco sottolinea la diversa preparazione delle due squadre: “La gara di domani è importante, anche per avere un buon impatto sul morale della squadra. Dovremo stare attenti con il Sassuolo: l’anno scorso sono stati la seconda squadra della Serie A per il possesso palla. Il loro gruppo è consolidato, il nostro no, ci sono ancora diverse assenze e i due laterali di difesa sono arrivati da poco (Tripaldelli è stato comprato il 17 settembre proprio dal Sassuolo, Zappa è appena arrivato in prestito per un anno dal Delfino Pescara, ndr)”.

Di Francesco: “Le assenze ci costringono ad un gioco dinamico”

Ciocci, Pereiro, Romagna e Cerri sono fra gli infortunati che domani non potranno giocare con il Cagliari. Di Francesco punterà sulla dinamicità in campo: “I sistemi di gioco, come il nostro 4-3-3, non sono statici. Per la formazione iniziale ho qualche dubbio, devo tenere presente i cinque cambi. Tutti sicuramente dovranno dare una mano“.

Di Francesco commenta anche il ritorno contingentato degli spettatori negli stadi: “Mille tifosi sono pochi, è vero. Tenendo presente la situazione attuale, daranno sicuramente entusiasmo e bellezza al gioco. Speriamo di rivedere presto la Sardegna Arena piena“.

Vota Articolo

749 points
Upvote Downvote
Henrikh Mkhitaryan

Calciomercato Roma, la Juventus trema: “Dzeko? Per ora gioca con noi”

Carlo Ancelotti, allenatore dell'Everton

Everton, Ancelotti si gode James: “Rende il calcio più facile”