Serbia, Milinkovic-Savic su tutte le furie: rissa in un bar

Il portiere del Torino e della Serbia Vanja Milinkovic-Savic sarebbe rimasto coinvolto in una rissa in un bar nel corso della competizione di Euro 2024: il proprietario del locale racconta la versione dei fatti

Francesca Rofrano A cura di Francesca Rofrano

L’Europeo della Serbia si è rivelato piuttosto fallimentare. Nel gruppo C di Euro 2024, infatti, la squadra di Stojanovic si è posizionata come ultima in classifica lasciando anzitempo la competizione. Uno degli assenti in campo è stato Vanja Milinkovic-Savic che è stato superato nelle gerarchie da Rajkovic che ha disputato tutte le partite della Nazionale, dall’Inghilterra a quella con la Danimarca.

Milinkovic-Savic, però, ora sta facendo parlare di sé, soprattutto tra i confini nazionali, dove sarebbe stato protagonista di una sorta di rissa in un bar, proprio durante i giorni della partecipazione da parte della Serbia ad Euro 2024. Stando a quanto riportato dal Telegraf, quotidiano serbo, il portiere del Torino si sarebbe recato in un bar, approfittando del giorno di permesso concesso dal CT prima del match contro la Danimarca. Nel pub di Monaco di Baviera, stando alle voci, il giocatore avrebbe discusso proprio con un tifoso della sua nazionale che avrebbe sottolineato la scarsa professionalità del giocatore.

Il litigio sarebbe terminato in una piccola rissa subito sedata dall’intervento della sicurezza del locale. Ma questa non è la stessa versione che avrebbe confermato lo stesso proprietario del bar ai microfoni di Telegraf.

La versione del proprietario

Stando a quanto riportato dal quotidiano, il proprietario del bar avrebbe commentato l’accaduto: “Milinkovic-Savic si è recato nel nostro bar, ma la sicurezza non lo ha riconosciuto e non lo hanno lasciato entrare poiché indossava i pantaloncini della Nazionale. Il gesto lo ha fatto arrabbiare e c’è stata una rissa. Non ho capito cosa si sono detti, ma alla fine, fortunatamente, si è risolto tutto”.

Si Parla di: