in

Serie A, 8° giornata di fuoco: Lazio-Inter e Juventus-Roma possono favorire la fuga del Napoli

L’ottava giornata di Serie A presenta due sfide di alta classifica tra dirette inseguitrici di Napoli e Milan, che hanno la prima chance di tentare una mini-fuga

Nicolò Zaniolo, centrocampista della Roma @imagephotoagency
Nicolò Zaniolo, centrocampista della Roma @imagephotoagency

Prima chance di fuga per il Napoli

Lazio-Inter e Juventus-Roma. Due delle partite a cui assisteremo durante l’ottava giornata di campionato di Serie A, e che potrebbero rappresentare di già uno snodo importante per capire le gerarchie di questa stagione. Le quattro squadre in questione sono tutte inseguitrici del Napoli capolista e del Milan, 2° in classifica a due punti di distanza dagli azzurri, a punteggio pieno dopo sette giornate disputate. E mentre andranno in scena questi veri e propri scontri diretti, la squadra allenata da Luciano Spalletti dovrà capitalizzare l’inevitabile perdita di punti di alcune delle avversarie, provando ad infilare l’ottavo successo consecutivo nel match contro il Torino. Discorso simile per i rossoneri, chiamati a non sbagliare contro l’Hellas Verona. Concentriamoci, però, sui big match sopracitati.


Leggi anche:


Lazio-Inter: Simone Inzaghi torna all’Olimpico da avversario

Dopo i tanti anni trascorsi alla Lazio sia da giocatore come allenatore degli Allievi, della Primavera ed infine della prima squadra, Simone Inzaghi farà il suo ritorno allo Stadio Olimpico da avversario sulla panchina dell’Inter, con tutta l’intenzione di strappare i tre punti alla sua ex-squadra, e rimanere così aggrappato alle prime due in classifica. Il tecnico piacentino è in cerca del primo successo contro una big, obbiettivo mancato nella sfida pareggiata contro l’Atalanta, e per farlo si affiderà su un reparto offensivo che, numeri all mano, non sembra per il momento aver risentito dell’addio di Romelu Lukaku. Dopo sette giornate, infatti, i nerazzurri ha il miglior attacco del campionato, con 22 gol fatti, 13 dei quali appartengono a Dzeko, Martinez (che sarà a disposizione sebbene torni solo venerdì dagli impegni con l’Argentina) e Correa.

Esultanza Inter @Image Sport
Esultanza Inter @Image Sport

Situazione leggermente diversa per i biancocelesti, 6° in classifica a quota 11 punti, e per ora apparsi troppo discontinui per poter pensare in grande. Maurizio Sarri pretenderà sicuramente una reazione d’orgoglio dei suoi, sconfitti dal Bologna col netto risultato di 3-0 nell’ultima giornata di campionato. L’allenatore toscano spera di poter contare su Ciro Immobile, assente al Dall’Ara e rimpiazzato in maniera non troppo convincente da Muriqi. La Lazio ha assoluto bisogno di questa vittoria, per poter guadagnare confidenza oltre che punti in classifica.

Immobile, attaccante della Lazio
Immobile, attaccante della Lazio @imagephotoagency

Juventus-Roma: la pressione è tutta su Allegri

Tre vittorie consecutive dopo un inizio disastroso non possono certo bastare a parlare di una Juventus che ha risolto i suoi problemi, sia perché i bianconeri sembrano ancora stentare sul piano del gioco, sia perché la testa della classifica è distante la bellezza di 10 punti. Massimiliano Allegri sa come effettuare rimonte che sembrano impossibili, poiché al suo secondo alla Juve ne completò una pazzesca proprio sul Napoli, rimediando ad un avvio complicato. Si trattava, però, di una squadra diversa, con un centrocampo di tutt’altro livello, e con un’identità di gioco ben chiara. Inoltre, per la sfida contro la Roma, rimane il rebus attaccante, poiché se Paulo Dybala è recuperato, Alvaro Morata è ancora fuori per infortunio, e Moise Kean non è apparso particolarmente in fiducia sia contro il Torino che durante le partite giocate con la Nazionale.

Mourinho (Roma) e Allegri (Juventus)
Mourinho (Roma) e Allegri (Juventus)

In casa Roma, José Mourinho è ben consapevole che ad avere maggior pressione nel cercare i tre punti sarà il suo collega, il quale non può permettersi alcuno scivolone se non vuol vedere il Napoli (nel caso in cui gli azzurri battano il Torino) scappare a +13. Per i giallorossi si tratta comunque di un banco di prova importante, poiché nell’unico big match giocato (il derby con la Lazio), è uscito sconfitto per 3-2. Lo Special One potrà far affidamento su un Tammy Abraham galvanizzato ulteriormente dal ritorno in Nazionale, ed un Nicolò Zaniolo che proverà a dare una svolta alla sua stagione, magari trovando un gol che in campionato gli manca da luglio del 2020.