in

Serie A, Napoli-Genoa 6-0: Mertens e Lozano abbattono il Grifone

Napoli Az Alkmaar streaming @imagephotoagency
Il Napoli batte il Genoa 6-0: Hirving Lozano festeggia il gol del momentaneo 1-0 @imagephotoagency

Napoli-Genoa è valida per la seconda giornata di Serie A e si disputa nella cornice semi-deserta dello stadio San Paolo. Dopo alcune voci su un possibile rinvio per maltempo, le squadre scendono regolarmente in campo alle 18, nonostante il match fosse programmato inizialmente per le 15. Il Napoli veniva dal successo con il Parma, firmato Mertens ed Insigne Gattuso sceglie di puntare su Osimhen dal 1′. Il Genoa, con tutti i volti nuovi dall’inizio, ha vinto 4-1 all’esordio con il Crotone e non intende arrestare subito le proprie ambizioni.

Di fatto, l’avvio di gara dà ragione al Genoa di Maran, pericolosamente vicino all’area di rigore del Napoli durante le primissime battute. Intensità e dinamismo sono i termini chiave dell’avvio di entrambe le formazioni, che a conferma di ciò non sostano per molto sullo 0-0. Su un’azione che ha ricordato il tandem formato da InsigneCallejon, “Ciro” Mertens imbecca Lozano sul secondo palo e Marchetti non trattiene la deviazione del messicano. 

Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli @imagephotoagency
Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli @imagephotoagency

Serie A, Napoli-Genoa 6-0: Lozano non sbaglia, Lerager si

Al 10′, il Napoli è già in vantaggio sul Genoa, che però non molla e si riversa in avanti. Il cambio di atteggiamento rispetto alla gestione Nicola è lampante, merito di un lavoro basato sul produrre gioco e non solo distruggerlo e ripartire in contropiede. Il Grifone va così vicino al pari in seguito ad un’azione personale di Pjaca. Il croato semina il panico e serve Lerager che con un liscio clamoroso fallisce un rigore in movimento.

Le brutte notizie per il Napoli, tuttavia, giungono presto: Insigne è costretto ad uscire per infortunio al 23′, sostituito da Elmas. Il primo tempo si conclude in crescendo per il Genoa, con i padroni di casa che gettano al vento una punizione di Zielinski da buona posizione.

Insigne
L’infortunio Lorenzo Insigne contro il Genoa @imagephotoagency

Serie A, Napoli-Genoa 6-0: Genoa disastroso, Mertens dilaga

Il destro di Zielinski aveva chiuso la prima frazione, lo stesso piede apre la seconda, stavolta a favore del Napoli. Bastano 26 secondi al polacco per partire in solitaria, scambiare con Elmas ed il tacco di Osimhen e battere Marchetti: 2-0 praticamente in avvio di ripresa. Da questo momento in poi, è buio pesto nella metà campo del Genoa. Nel giro di un minuto, al 52′, LozanoDi Lorenzo mettono i brividi a Marchetti, che deve arrendersi poco dopo.

AL 56′, Lerager bissa l’errore del primo tempo con un altro davanti alla propria area, Mertens ne approfitta e fredda il portiere del Grifone: 3-0 e partita in ghiaccio. La gara prosegue con un volto totalmente diverso dall’equilibrio della prima frazione ed il Napoli continua ad approfittarne. Ed è proprio da un altro errore, stavolta di Pandev, che lo stesso Dries imbecca Lozano che fa doppietta.

Dries Mertens, attaccante del Napoli @imagephotoagency
Dries Mertens, attaccante del Napoli @imagephotoagency

Serie A, Napoli-Genoa 6-0: nervosismo nel finale tra Masiello ed Osimhen

Il folletto belga chiude con due assist ed un gol, mentre il messicano si candida a vera arma in più di Gattuso, con il terzo gol in due giornate. Lo score passa da 4 a 6 in pochi minuti, precisamente dal 68′ al 71′. Elmas sfrutta un sombrero di Hysaj e con un colpo da biliardo infila il portiere all’angolino e, poco dopo, Politano ubriaca Goldaniga e conclude a giro sul secondo palo. Nervosismo nel finale, prima con KoulibalyBiraschi che si ritrovano faccia a faccia, poi con Masiello ed Osimhen, entrambi ammoniti.

Il 6-0 finale è lo specchio di una partita conclusa già dopo l’incursione di Zielinski ad inizio ripresa, con la mancata reazione del Genoa che viene pesantemente riportata con i piedi per terra dopo il successo della prima giornata. Entusiasmo alle stelle in casa Napoli, che dà spettacolo come non accadeva da tempo e si prepara – in attesa di Insigne – ad affrontare la Juventus nella prossima giornata.

Pedro, attaccante della Roma

Roma-Juventus, le formazioni ufficiali: Dzeko e Pedro titolari

Fabio Paratici, CFO della Juventus

Roma-Juventus, Paratici: “Dzeko? Milik ha bloccato la trattativa e abbiamo scelto Morata”