Serie B, goal e spettacolo nel Derby: tra Cosenza e Reggina finisce 2-2

Roberto Occhiuzzi
Roberto Occhiuzzi, allenatore del Cosenza

Cosenza e Reggina ci hanno regalato un bel Monday Night di calcio, grazie ad un Derby spettacolare, ricco di goal e di emozioni, concluso per 2-2.

Il match tra Cosenza e Reggina è più di una semplice partita, non vale solo in ottica salvezza, ma è anche un Derby molto sentito in Calabria da entrambe le tifoserie, specialmente quella dei rossoblù, che ha accompagnato la propria squadra con cori e fumogeni l’entrata allo stadio. Tuttavia per i Lupi non è iniziata benissimo la gara, essendo passati subito in svantaggio con il rigore di Menez, che ha battuto Falcone con estrema freddezza dagli undici metri.

In seguito gli uomini di Occhiuzzi hanno provato a fare il loro gioco e ad impensierire gli amaranto con Carretta, Trotta e Tremolada, neo acquisti del mercato invernale. Nonostante ciò il gruppo di Baroni è riuscito a raddoppiare, grazie alla qualità dei propri calciatori e alle loro giocate: lo 0-2 è arrivato grazie ad una bella azione personale di Rivas, che dalla fascia ha fornito l’assist a Folorunsho, autore del secondo goal. I numeri di Menez hanno fatto la differenza, oltre alla difficoltà in fase di costruzione del Cosenza, che non è riuscito a creare molto. Tuttavia nel finale i padroni di casa hanno accorciato le distanze con una rete di Trotta, che ha siglato la sua prima marcatura con la maglia rossoblù.

Marco Baroni, allenatore della Reggina
Marco Baroni, ex allenatore della Reggina

Rimonta completata del Cosenza: Carretta firma il 2-2 con la Reggina

L’attuale posizione bollente in Serie B, ha ridato animo al Cosenza, dopo i risultati di questo weekend. I Lupi hanno provato in tutti modi a trovare il pari, cercando di impensierire l’avversario, chiudendolo per la maggior parte tempo nella seconda frazione di gara. Occhiuzzi ha cercato di dare maggiore qualità e tecnica alla squadra, inserendo il talento classe 2000 Bahalouli, che ha ridato vitalità all’attacco dei rossoblù con le sue giocate. Il tecnico ha deciso di dare maggiore solidità alla difesa, impostandola a quattro nel secondo tempo.

Il destino ha voluto che Menez, tra i migliori in campo, commettesse il fallo da rigore poco prima di dover lasciare il campo. In seguito il penalty è stato trasformato con qualche rischio d Carretta, autore del 2-2. La Reggina solo nel finale ha provato un nuovo assalto, dopo esser stato rimontato di due reti, ma la mentalità e la determinazione del Cosenza hanno avuto la meglio, anche se ancora la prima vittoria in casa stenta ad arrivare. Al momento gli uomini di Baroni sono leggermente lontani dalla retrocessione, mentre i rossoblù dovrebbero cercare qualche vittoria in più e non andare sempre in svantaggio.

Barak esulta dopo il gol alla Juventus

Hellas Verona-Parma 2-1, Barak scaccia la crisi: Juric punta l’Europa

Ivan Juric, allenatore dell'Hellas Verona (foto by @imagephotoagency)

Hellas Verona-Parma 2-1, Juric: “Lasagna può diventare fortissimo”