in

Spagna, incubo Covid: 41 giocatori al lavoro

Saranno 41, tra convocati e convocabili, i calciatori della Spagna al lavoro prima dell’esordio ad Euro 2021. Luis Enrique si tutela in tutti i modi, coinvolgendo l’Under 21 e vecchie e nuove conoscenze del calcio italiano

Alvaro Morata, attaccante della Spagna e della Juventus
Alvaro Morata, attaccante della Spagna e della Juventus in prestito dall'Atletico Madrid

Prima Busquets, poi Diego Llorente. L’incubo Covid ha scelto la Spagna come Nazionale su cui scatenarsi in vista di Euro 2021, non tanto per i contagiati – già isolati e in buone condizioni – quanto per le conseguenze. Perché se è vero che un’amichevole con la Lituania può venir vinta agevolmente anche dall’Under 21, è altrettanto fattuale lo stravolgimento della lista dei convocati.

Dopo la prima ufficialità comunicata da Luis Enrique, la Selecciòn ha tempo per modificarla fino alla sua prima gara nel torneo, il prossimo 14 giugno. Attualmente, la Spagna si trova costretta a contare anche su alcune riserve: Albiol, Kepa, Rodrigo Moreno, Carlos Soler e Brais Mendez. Ma non è tutto. Infatti, per tutelarsi a fronte di altre possibili positività, la Roja – riporta Goal.com – tiene in preallarme anche diversi elementi dell’Under 21, tra cui Cucurella, Villar e Mingueza. In tutto, la Spagna prevede l’allenamento di ben 41 giocatori in vista di Euro 2021, più di ogni altra Nazionale.

Sullo stesso argomento
Roma, Villar o Diawara: Mourinho al bivio