in

SPAL, spesa dal Sassuolo: Sala e Sernicola per non rimpiangere Fares

Mattioli
Mattioli, presidente della Spal

Compagni e rivali nel Sassuolo, gli esterni Leonardo Sernicola e Marco Sala potrebbero giocarsi il posto da titolare anche alla SPAL. Entrambi reduci da ottime esperienze all’Ascoli e all’Entella, ora sono tornati al Sassuolo, proprietario dei cartellini. Se Sernicola è ormai un nuovo giocatore estense, secondo Tuttosport, per Marco Sala l’interesse si è appena sviluppato. La SPAL oggi si incontrerà con la Lazio per la possibile cessione di Fares e, per questo motivo, si sarebbe iniziata a muovere per evitare un calo di qualità sulla sinistra. Sernicola è una soluzione, ma temporanea, visto il trasferimento in prestito secco, Sala invece potrebbe restare per più anni.

LEGGI ANCHE: Lazio, giornata decisiva per Fares: prendere o lasciare, i dettagli…

La SPAL, infatti, vorrebbe chiudere il trasferimento del classe 1999 a titolo definitivo e in questi giorni cercherà l’accordo con il Sassuolo.  Gli emiliani hanno puntato spesso sui loro giovani e, per questo, sembra difficile pensare che lasceranno partire una volta per tutte la loro giovane promessa. E’ anche vero però che la SPAL, male che vada, incasserà dalla Lazio 7 milioni di euro tutti da reinvestire in nuovi acquisti. In attesa di novità nell’affare Fares-Lazio, la SPAL si tutela e dopo Sernicola, punta anche Sala.

Lucas Torreira, centrocampista dell'Arsenal

Calciomercato Fiorentina, sprint per Torreira: si valuta una cessione

Federico Chiesa, attaccante della Juventus

Calciomercato Fiorentina, incertezza in attacco: i possibili scenari