Serie A, accordo Italia-Cina: gare ufficiali giocate in Oriente

L'IItalia sbarca in Cina e lo fa nello Sport: incontro imminente tra la Lega Serie A e la rappresentativa dello Sport di Pechino

Serie A – Il calcio italiano apre le sue frontiere al mondo orientale. In un panorama sempre più globalizzato, anche lo sport può diventare uno strumento efficace di dialogo e comunicazione tra due Paesi. Proprio per questa ragione, domenica ci sarà l’incontro tra i vertici della Lega di serie A e i rappresentanti di Pechino. Le due parti saranno chiamate a cercare un accordo per avviare un nuovo progetto che verrà portato avanti nei prossimi anni.

Serie A, una partita ufficiale si giocherà in Cina: incontro per avviare il progetto

Domenica 24 marzo si incontreranno a Roma i vertici della Lega calcio di serie A, i vertici della Federazione italiana e i rappresentati del ministro della Comunicazione cinese per cercare nuovi legami economici-culturali tra le Nazioni. L’ambizioso progetto sul quale dovranno lavorare sarà quello di trasportare in Oriente una partita ufficiale di Serie A. Ad opporsi vi è però la Fifa, la quale non permette di disputare incontri al di fuori dei propri confini. Il presidente Gianni Infantino ha dichiarato infatti che “le partite ufficiali delle Leghe devono essere disputate nel rispettivo territorio dell’associazione membro.”

Incontro Italia-Cina: tutti i punti della trattazione

Se l’espatrio di un match di Serie A può risultare davvero complesso da organizzare, l’incontro di domenica ha l’intento di valutare anche altre soluzioni. Nella discussione dell’accordo si parlerà anche di uno “scambio culturale” in cui le amichevoli della Nazionale italiana (sia maschile che femminile) verranno disputate in Cina, mentre l’Italia ospiterà quelle cinesi. Come alternativa all’incontro di campionato, si valuterà anche l’opzione di disputare la finale della Coppa Italia a Pechino.

Italia-Cina: le reciproche ragioni dell’accordo

Dietro questi nuovi progetti vi è sicuramente l’obiettivo cinese di ottenere i Mondiali del 2026 o del 2030, beneficiando di una partnership calcisticamente rilevante. Dal lato italiano invece, in gioco vi è la promozione degli investimenti cinesi in Italia. La Cina ha infatti già investito ben 2,5 miliardi di dollari nel calcio europeo.

TI PUO' INTERESSARE
SPONSOR

Loading...
Loading...
Loading...