Streaming, Dazn scommette sul calcio italiano

È guerra aperta tra la piattaforma di streaming e Sky per i diritti delle partite di Serie A. Come cambiano le abitudini degli italiani nella fruizione di contenuti.

Diritti tv: Sky e Dazn
Diritti tv: Sky e Dazn

Mai come quest’anno la battaglia per i diritti della Serie A è accesa e potrà incidere sulla modalità di fruizione delle partite per i tifosi italiani. Il 2020 è stato un anno caratterizzato da profondi cambiamenti, ma se c’è un settore che ne ha tratto vantaggio è quello delle piattaforme in streaming.

In questo scenario, Dazn forte di una base di oltre 1,6 milioni di utenti, ha deciso di scommettere sul calcio italiano. La cosiddetta “Netflix dello sport” infatti sta tentando l’assalto ai diritti per le partite del campionato di Serie A dichiarando guerra a Sky.

I dati dell’Osservatorio consumi di mercato Confimprese-EY di gennaio 2021 indicano che sono più di 11 milioni gli abbonamenti attivi ai servizi che offrono contenuti online. Le cosiddette piattaforme OTT sono ormai un’alternativa alla classica Pay TV. Inoltre accanto ai servizi di streaming a pagamento vi sono quelli gratuiti, come RaiPlay, MediasetPlay, YouTube.

Anche i siti di scommesse calcio, propongono agli iscritti selezioni di partite in streaming video gratis. Come si legge su sitiscommesse.info è possibile puntare in tempo reale e assistere alla partita su cui si è piazzata la scommessa.

DAZN o SKY, dove vedremo la Serie A

Ormai la Serie A è arrivata a un bivio storico. Quest’anno infatti sul piatto dei diritti TV per le partite delle prossime tre stagioni ci sono due offerte. Come abbiamo visto, i competitor sono SKY, il canale di lega tradizionale e Dazn che al momento trasmette solo tre partite a giornata. La proposta di SKY è di 750 milioni per tutte le gare via satellite, senza esclusive online. Dazn offre 840 milioni per sette partite in esclusiva e tre da offrire simultaneamente a un altro operatore.

Al momento però dall’assemblea dei club delle squadre di calcio è arrivata una fumata grigia. Sono 11 i voti favorevoli alla cessione dei diritti a Dazn, ma non sono sufficienti: ne servono almeno 14. A favore della trasmissione digitale delle partite si sono espressi: Juventus, Lazio, Milan, Inter, Napoli, Atalanta, Cagliari, Fiorentina, Parma, Udinese, Hellas Verona. I restanti 9 club di Serie A si sono astenuti. Quindi al momento si è in una fase di stallo.

L’asse Tim-Dazn e le proteste di Sky

Alla base della mega offerta di Dazn vi è un accordo strategico con Tim, ufficializzato pochi giorni fa. Grazie a questa partnership Dazn avrebbe una via preferenziale per la trasmissione in streaming. In questo modo infatti farebbe fronte al problema della connettività a banda larga, che però non è ancora irrisolto su tutto il territorio. L’Italia non è pronta a garantire lo streaming a tutti: attualmente siamo agli ultimi posti in Europa per la velocità della connessione.

L’accordo con Tim suscita malumori in casa Sky. L’amministratore delegato Maximo Ibarra chiede chiarimenti sull’eventualità di posizione dominante di Tim. In una lettera indirizzata alla Lega e ai 20 presidenti dei club, sostiene che assegnare i diritti a Dazn penalizzerà i tifosi e la Serie A. Al momento infatti i contenuti sono trasmessi via satellite, su digitale terrestre e in streaming, offrendo diverse opzioni.

Le scommesse sul calcio del futuro

La risposta di Dazn alle accuse di Sky non si è fatta attendere. A sostegno dell’azienda di Len Blavatnik vi è l’idea che il futuro del calcio sia nel digitale. Anche se, come si spera, gli italiani torneranno a riempire gli stadi, vi è un processo di ammodernamento del Paese che non si può arrestare. A testimoniarlo il successo di piattaforme come Netflix, Prime Video, Disney+.

La fruizione del calcio non sarà diversa da quella degli altri contenuti e i tifosi sceglieranno di utilizzare i propri device mobili, o collegarli alla smart TV. Questo garantirà la massima libertà e comodità.

Insomma la vita reale e quella digitale si intrecciano sempre più e niente come la fruizione in streaming digitale dà la possibilità di ottenere contenuti su misura. Questa personalizzazione passa anche attraverso le nuove modalità di betting. Con le agenzie fisiche chiuse e con tutte le regole del distanziamento, i siti scommesse sul calcio incrementano l’offerta di bonus e contenuti dedicati. Abbiamo già accennato alla possibilità di seguire in streaming eventi sportivi di tutto il mondo e di poter puntare in tempo reale. Modalità di gioco e di visualizzazione on the go, resa possibile solo dal processo di digitalizzazione in atto da anni e pronto ormai a esplodere.

Urbano Cairo, presidente del Torino

Torino, Cairo non ci sta: “La Lazio? Questa decisione si commenta da sola”

Cristiano ronaldo attaccante della Juventus

Hesgoal Juventus Spezia: segui lo streaming gratis