in

Stroppa sicuro: “Crotone in partita, con la Juve non puoi improvvisare”

Giovanni Stroppa, allenatore del Crotone @Image Sport
Giovanni Stroppa, allenatore del Crotone @Image Sport

Il Crotone esce sconfitto dalla sfida contro la Juventus. Decisiva una doppietta di Ronaldo, su cui Stroppa ai microfoni di Sky Sport ha un’idea precisa: “Errore elementare sul secondo gol, il raddoppio ci ha tagliato le gambe. Abbiamo subito, ma il secondo tempo è partito con il Crotone in partita. La difesa che cambia? Non puoi improvvisare contro la Juventus e devi adattarti. Non siamo comunque abituati a giocarcela così, ma c’è stato tanto sacrificio. C’è rammarico per come abbiamo gestito le ripartenze”.

Dopo il gol di McKennie, la testa del Crotone inevitabilmente si è spostata sulla vera gara decisiva di questo bollente mese di febbraio. Quella di domenica prossima: “Il Cagliari è un avversario che sarà determinante per il nostro percorso. Ci tenevamo a far bene qui, ma non sono queste le partite che dobbiamo portare a casa a tutti i costi. Contro i rossoblu sarà una finale per rientrare nella corsa salvezza.

Dejan Kulusevski, attaccante della Juventus @imagephotoagency
Dejan Kulusevski, attaccante della Juventus @imagephotoagency

Crotone, Stroppa ci crede: “Dobbiamo sfruttare le occasioni che abbiamo”

Alcune partite del Crotone, come quella con il Benevento, sono terminate con un risultato ampio a favore della formazione di Stroppa, che analizza però anche il rovescio della medaglia: “Alcune partite le abbiamo vinte con goleade, altre le abbiamo perse allo stesso modo pur non meritandole. In altre gare ancora meritavamo di fare punti, ma non siamo stati bravi ad innalzare la nostra classifica e la nostra autostima. Oggi, a differenza delle altre volte, non abbiamo mollato nemmeno dopo il doppio svantaggio.

Giovanni Stroppa, allenatore del Crotone @imagephotoagency
Giovanni Stroppa, allenatore del Crotone @imagephotoagency

La ricetta è sempre la stessa, per Stroppa e per il Crotone:“Dobbiamo saper sfruttare le occasioni che abbiamo. La Juventus concede poco, ma se le poche occasioni che abbiamo non le portiamo a termine come si deve non possiamo sperare di far male. Punizioni rasoterra o tiri fuori di molto: dobbiamo essere più precisi e determinati. Squadra demotivata? L’ho detto diverse volte. Il Crotone si allena in maniera straordinaria, non molla e crede in quello che sta facendo e che vogliamo fare. Mi dispiace non aver avuto una classifica diversa a dicembre, prima del termine del girone d’andata. Chiaramente le prestazioni da sole non bastano, talvolta ci siamo scoraggiati: ma la squadra ci crede ed è viva“.

Andrea Pirlo, allenatore della Juventus @Image Sport

Juventus, Pirlo: “Inizio nervoso, poi siamo stati bravi”

Cristiano Ronaldo, attaccante della Juventus

Juventus, Ronaldo non molla: bianconeri terzi