in

Superlega, Carlo Zampa in ESCLUSIVA: “Siamo di fronte ad una rivoluzione. Uefa? Servono i fatti…”

In esclusiva ai nostri microfoni la Voce di Roma Carlo Zampa ha commentato la nascita della Superlega: “Non sono d’accordo, diventerebbe un campionato di elitè

Carlo Zampa
Carlo Zampa, giornalista sportivo

La Superlega, alias la guerra dei ricchi. La nascita della nuova competizione europea rischia di sconvolgere il panorama calcistico del Vecchio Continente, i grandi club ne trarrebbero giovamento a livello economico e a livello di immagine, ma le piccole società potrebbero accusare il colpo.

Ai nostri microfoni Carlo Zampa, giornalista sportivo e voce storica della radiofonia romana e romanista, ha analizzato l’argomento. La speranza è che la Uefa, col supporto delle Federazioni nazionali possa limitare le azioni della grandi squadre d’Europa: “Parere assolutamente negativo, diventerebbe un campionato di elitè e basta. Era nell’aria da tempo, se ne parlava da anni della nascita di questa Superlega, la pandemia da Covid-19 ha accelerato le operazioni. Penso che sia impossibile che la Uefa accetti anche dei compromessi, se hanno minacciato esclusioni devono portarle avanti fino alla fine. Quello che sta accadendo è un vero terremoto, una rivoluzione, una sorta di scisma perchè parliamo delle società più ricche che hanno in mano i cordoni della borsa”.

Nabil Fekir, centrocampista del Betis Siviglia

Superlega, sei club lasciano l’ECA: il Betis disconosce Real, Barcellona e Atletico

Coronavirus, Boris Johnson in terapia intensiva

Superlega, Boris Johnson si oppone: “Farò tutto il possibile per fermarla”