in

Superlega, Pagliuca e Valtolina in ESCLUSIVA: “La morte del calcio. Esclusione immediata per le società”

Come un fulmine a ciel sereno, la Superlega è pronta a cambiare per sempre il mondo del calcio: un vero e proprio terremoto commentato così ai nostri microfoni da Gianluca Pagliuca e Fabian Valtolina, volti noti di uno sport che sembra aver dimenticato le sue radici

Pagliuca e Valtolina, ex giocatori di Inter e Venezia
Pagliuca e Valtolina, ex giocatori di Inter e Venezia

“Creato dai poveri, rubato dai ricchi”: come un fulmine a ciel sereno, l’ennesima rivoluzione (forse la più inquietante e irrazionale) è pronta a sconvolgere il mondo del pallone. La costituzione dell’ormai nota Superlega da parte di 12 superpotenze del calcio europeo rischia inevitabilmente di simboleggiare un tumultuoso punto di non ritorno e di tagliare in modo netto e deciso il cordone ombelicale che lega questo meraviglioso sport alle sue origini, alle sue tradizioni, alla sua storia e, soprattutto, all’amore viscerale di miliardi di appassionati in tutto il pianeta. E, in un batter di ciglia, rischia di materializzarsi la paura più grande: quella di dimenticarsi, con il passare degli anni, del mirabolante Cagliari di Gigi Riva, del miracoloso Leicester di Claudio Ranieri, del romanticismo espresso da un Castel di Sangro qualsiasi, dalle imprese sportive inanellate negli anni ’90 da Fiorentina, Sampdoria o Parma.

Un senso di impotenza misto ad una profonda amarezza nelle parole dell’ex Venezia Fabian Valtolina, intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni per commentare quanto accaduto nelle ultime ventiquattro ore: “Uno schifo, dal mio punto di vista dovrebbero escludere fin da subito tutte le società che hanno soltanto pensato di mettere in scena una cazzata del genere. Si tratta di una chiara guerra per fare business e non di un mezzo per migliorare il calcio. Un pensiero condiviso anche da Gianluca Pagliuca, storico numero uno di Sampdoria, Inter e Bologna, che ha voluto così rimarcare il concetto: Superlega? Spero non vada in porto, sarebbe la morte definitiva dei campionati e del calcio che conosciamo”.

Florentino Perez, Real Madrid

Superlega, JP Morgan allo scoperto: pronti 3,5 miliardi per i club

Raphael Varane, difensore del Real Madrid

Calciomercato Chelsea, Abramovich supera le big per Varane