Sventato attacco ISIS al Real Madrid: operazione congiunta di Guardia Civile, FBI ed Europol

La Guardia Civile ha disarticolato uno dei più rilevanti centri di propaganda dell'organizzazione terroristica, che pianificava un attacco contro il bus dei calciatori della squadra spagnola.

Redazione A cura di Redazione Real Madrid

In un’operazione coordinata tra la Guardia Civile spagnola, l’FBI e l’Europol, è stato smantellato uno dei principali centri di propaganda dello Stato Islamico (ISIS) in Europa. Secondo quanto riportato da ‘El Confidencial’, questa rete stava pianificando un attacco contro giocatori e tifosi del Real Madrid. Il centro, noto come Fondazione I’lam, utilizzava varie piattaforme di comunicazione, tra cui stazioni radio, siti web di notizie, società di produzione video e profili sui social network, per diffondere contenuti estremisti in diverse lingue.

Il piano sventato

Tra i piani scoperti, vi era un attentato con armi da fuoco allo stadio Santiago Bernabeu di Madrid. Il progetto prevedeva di aprire il fuoco contro il bus dei giocatori del Real Madrid al loro arrivo allo stadio. L’operazione ha portato all’arresto di nove membri della cellula ISIS, localizzati in diverse città spagnole come Girona, Cadice, Tenerife e Almeria. Le autorità ritengono che l’operazione abbia eliminato una minaccia imminente per la sicurezza pubblica in Spagna.

Dettagli dell’operazione

Le indagini, avviate mesi fa, hanno consentito di identificare e rintracciare i membri della cellula terroristica. L’azione di smantellamento del centro di propaganda è stata condotta in diverse città spagnole, portando al sequestro di materiale informatico e propagandistico. Gli arrestati sono accusati di terrorismo e associazione a delinquere.

Il governo spagnolo ha elogiato l’operato delle forze dell’ordine per aver prevenuto un grave attacco terroristico. Il Real Madrid ha espresso la sua gratitudine alle autorità per aver garantito la sicurezza dei suoi giocatori e dei suoi tifosi.