Tafferugli in Francia, sorpresa elettorale ed elezioni ribaltate

Sorpresa elettorale in Francia. Più di 43,3 milioni di francesi hanno votato nel secondo turno delle elezioni anticipate, ribaltando le previsioni. La sinistra è in testa, la destra è solo terza, e non c'è una maggioranza assoluta. Affluenza record del 67%

Redazione A cura di Redazione

Domenica 7 luglio, oltre 43,3 milioni di cittadini francesi sono stati chiamati alle urne per il secondo turno delle elezioni anticipate, votando in 501 collegi. La settimana precedente, erano già stati eletti 76 deputati, e sembrava che la destra di Marine Le Pen fosse destinata a guidare l’Assemblea Nazionale, dopo che il Presidente Macron l’aveva sciolta a seguito della pesante sconfitta alle Europee 2024. Tuttavia, gli elettori hanno completamente ribaltato le previsioni, con la sinistra che è emersa vincitrice e la destra solo terza. Nonostante ciò, non è stata raggiunta una maggioranza assoluta, creando incertezza sul futuro politico. Da sottolineare l’affluenza record, con il 67% degli aventi diritto che ha votato.

Elezioni Francia 2024: i risultati

Il Nuovo Fronte Popolare ha stupito tutti al secondo turno delle elezioni legislative, con Emmanuel Macron che si è ripreso dopo il primo turno e Marine Le Pen che ha subito una battuta d’arresto. L’Assemblea Nazionale risulta ora divisa in tre blocchi principali, rendendo incerto il futuro governo.

Il blocco di sinistra, il Nuovo Fronte Popolare (NFP), ha conquistato 182 seggi, ma ne servirebbero 289 per la maggioranza assoluta, rendendo necessarie possibili coalizioni. Ensemble pour la République, la coalizione pro-Macron, è arrivata a 168 seggi, mentre il Rassemblement National di Le Pen, vittorioso nel primo turno, si è fermato a 143 seggi. I Repubblicani hanno ottenuto solo 45 seggi.

France Insoumise di Mélenchon primo partito?

All’interno del Nuovo Fronte Popolare, la France Insoumise di Jean-Luc Mélenchon ha ottenuto 78 seggi, risultando il partito di maggioranza nella coalizione di sinistra. Mélenchon ha dichiarato: “Siamo pronti, Macron deve riconoscere la sconfitta e chiamare il Nuovo Fronte Popolare a governare”. Il Presidente attende i risultati definitivi prima di commentare. Il Partito Socialista ha ottenuto 69 seggi, i Verdi 28 e i Comunisti 9.

Per la maggioranza presidenziale, Ensemble ha ottenuto 99 seggi, Modem 33 e Horizons 26. Nella coalizione di destra, il Rassemblement National ha conquistato 125 seggi, mentre la fazione di LR di Eric Ciotti 17 seggi. Marine Le Pen ha commentato su Tf1: “La marea continua a salire, la nostra vittoria è solo rimandata. Ho troppa esperienza per essere delusa da un risultato che raddoppia il numero dei nostri deputati. Se non fosse per questo accordo innaturale tra Macron e l’estrema sinistra, il Rassemblement National avrebbe la maggioranza assoluta”.

Festa e Tafferugli nelle Strade

Dopo l’annuncio dei risultati, migliaia di persone si sono radunate a Place de la République a Parigi per festeggiare, soprattutto sostenitori del Nuovo Fronte Popolare. Una bandiera francese con la scritta “La France est un tissu de migrations” è stata esposta. Tuttavia, non sono mancati scontri nella capitale e in altre città francesi. A Place de la République ci sono stati lanci di bottiglie e la polizia ha risposto con lacrimogeni. A Rennes e Nantes si sono verificate tensioni simili, con 25 persone arrestate per i danni provocati.