Torino, Cairo sogna in grande: Giampaolo per l’Europa

Il presidente Urbano Cairo, con l'ingaggio di Marco Giampaolo, sogna una grande stagione. Il numero uno granata ha intenzione di allestire una squadra di alto livello. Il direttore sportivo Vagnati è al lavoro per accontentare le richieste del neo allenatore.

Il presidente del Torino Urbano Cairo, in un’intervista rilasciata al giornale La Stampa, ha parlato del futuro della sua squadra. In particolare, il numero uno ha approfondito alcune tematiche riguardanti il mercato, la questione societaria e l’arrivo di Marco Giampaolo in panchina. Cairo ha ammesso di non aver mai pensato di cedere la società. Dopo la fine della Serie A, si era vociferato di una possibile cessione del club ad un nuovo proprietario. Il presidente ha smentito tutto e si presenta carico per l’imminente stagione. Cairo, durante l’intervista, ha elogiato il tecnico ex Milan, dichiarando: “con l’arrivo di Giampaolo i nostri obiettivi di squadra cambiano: non mi accontento della salvezza, voglio di più”. Ecco perché il direttore sportivo Vagnati è al lavoro per regalare al tecnico nuovi rinforzi.

Torino, tanti nomi sul taccuino di Vagnati: Barak e Piatek i preferiti di Giampaolo

Parma-Milan, formazioni e pronostico
Parma-Milan, streaming gratis e diretta tv / CalcioNews24

Cairo e Vagnati hanno intenzione di regalare a Giampaolo una rosa di alto livello. Dopo l’arrivo di Ricardo Rodriguez, nella giornata di ieri, i granata hanno ufficializzato l’acquisto di Linetty dalla Sampdoria, che il tecnico ex Milan ha già allenato ai tempi di Genova. La linea da seguire è chiara: si vorranno accontentare le richieste del tecnico, magari puntando su giocatori già allenati nelle precedenti esperienze in panchina, sfruttando possibili occasioni di mercato.

Non è un caso che il d.s. granata ha cominciato a dialogare con alcuni club, proprietari dei cartellini di calciatori lanciati da Marco Giampaolo. Primi contatti con l’Arsenal per Torreira, che interessa anche alla Fiorentina; nel mirino ci sono anche: Praet, Andersen e, soprattutto Piatek. L’attaccante ex Milan è un vero pupillo del tecnico. Dopo averlo allenato per pochi mesi in rossonero, il tecnico vorrebbe affidargli le chiavi del suo attacco insieme ad Andrea Belotti. Oltre a molti giocatori ex Sampdoria, tornano di moda i nomi di: Vera dell’Argentinos e Barak dell’Udinese. Il Torino si prepara per una grande stagione.