in

Torino, focolaio Covid? Record di positivi

Aumenta il numero di positivi al Covid nella rosa granata: si profila l’ipotesi di un rinvio della gara di venerdì contro il Sassuolo

Urbano Cairo, presidente del Torino
Urbano Cairo, presidente del Torino

Torino, nuovi positivi tra giocatori e staff

Il Torino è alle prese con il Covid. Nella giornata odierna, come riportato da la Repubblica, la società ha rilevato altri tre giocatori positivi ad altrettanti tamponi, numero che potrebbe far pensare alla nascita di un vero e proprio focolaio all’interno del club. Un’eventualità tutt’altro che trascurabile, anche considerando il fatto che ad essere contagiati vi sarebbero anche membri dello staff tecnico.

Il numero totale delle positività nella rosa sale a 6. Tre dei giocatori positivi al Covid erano stati rilevati nei giorni scorsi, altri tre sono stati individuati nel corso della mattinata. Per evitare ulteriori problemi, la società ha fatto sapere di aver annullato la sessione pomeridiana di allenamento, obbligando l’intera squadra all’isolamento domiciliare. Questo il comunicato ufficiale da parte del club:

In relazione alla situazione contingente, relativa a ulteriori casi di positività al Covid-19, non ancora stabilizzata e in evoluzione, su indicazione dell’Autorità sanitaria locale competente il Torino Football Club comunica che l’allenamento odierno è sospeso in attesa di ulteriori controlli“.

Urbano Cairo e Davide Nicola, Presidente e allenatore del Torino
Urbano Cairo e Davide Nicola, Presidente e allenatore del Torino

Torino, partita rimandata per Covid?

A fronte di un elevato numero di positività, figlia di un probabile focolaio, la partita in programma per venerdì sera contro il Sassuolo potrebbe essere rinviata a data da destinarsi. La rosa dei giocatori del Torino risulterebbe ampiamente compromessa in termini di numeri, senza contare che altri calciatori potrebbe risultare positivi nel giro di qualche giorno.

La decisione ultima in merito alla decisione di giocare o non giocare la partita spetterà all’Asl competente, come già avvenuto in occasione dell’andata di JuventusNapoli, match non disputato a causa dell’impossibilità, da parte dei partenopei, di raggiungere Torino a causa dell’emergenza Covid. In caso di rinvio, non è chiaro quando il match possa essere nuovamente pianificato: le finestre per riprogrammare una partita non sono molte, ma ad “aiutare” vi sarebbe l’assenza di impegni esterni (coppe nazionali ed europee) non gravanti sul calendario di entrambe le squadre.

Steven Zhang (Inter)

Inter, Zhang tieni o lasci? La chiave è lo scudetto

Mario Mandzukic, attaccante del Milan

Milan, Mandzukic salterà l’Europa League: spazio ai giovani