in

Torino, Chiambretti: “Vendere Belotti a gennaio non farebbe bene alla squadra”

Il presentatore e showman, Piero Chiambretti, noto tifoso del Torino, ha rilasciato un’intervista radiofonica, nella quale ha toccato diversi punti: da Belotti al Presidente Urbano Cairo

Andrea Belotti, Torino
Andrea Belotti, Torino

Nel corso di un’intervista radiofonica durante la trasmissione 1 Football Club, su 1 Station Radio, lo showman e presentatore Piero Chiambretti, noto tifoso del Torino, ha rilasciato alcune dichiarazioni sul Gallo Belotti e il suo possibile addio:È difficile, lui è la storia recente del Toro, dobbiamo tanto a lui. Il ragazzo dopo anni cerca stimoli nuovi, nonostante il nuovo mister ne abbia portati tanti. Ad Andrea va riconosciuto che i pochi gol segnati nella passata stagione, sono stati quasi tutti suoi. Venderlo a gennaio non farebbe bene alla squadra, solo alle casse della società. So per certo che lui vuole restare a Torino”.

SU URBANO CAIRO BRACCINO CORTO: Non è proprio così. Ha dato stipendi importanti, portando la squadra al settimo posto del monte ingaggi in Serie A, ma i calciatori non si sono dimostrati all’altezza dei loro compensi. Gente del calibro di Niang, Verdi e Zaza, ma anche altri. Non incolperei nemmeno i direttori sportivi che, a parte Petrachi, non avevano una grossa esperienza”.

SU NAPOLI-TORINO: “Il risultato pare scontato, ma devo avvertire i tifosi azzurri. Sono sicuro che il Toro andrà al Maradona con la voglia di giocarsela e complice l’esperienza di Juric che nella scorsa stagione ha sgambettato i partenopei, impedendogli di accedere alla Champions, qualcosa può accadere”.