Derby Milan-Inter, scontro tra titani: Ibrahimovic contro Lukaku, tutte le curiosità sui due bomber

Derby Milan-Inter: Ibrahimovic, in maglia rossonera, ha un ottimo ruolino di marcia contro i nerazzurri. Lukaku, dal suo arrivo in Italia, ha disputato 4 gare contro i rossoneri segnando 4 gol. Grande curiosità per vedere i due bomber dopo le scintille del match di Coppa Italia di gennaio, sempre protagonisti nelle stracittadine del passato

Domani, con calcio di inizio alle ore 15, San Siro sarà teatro del Derby tra Milan e Inter. Una gara che, dopo diversi anni, torna ad essere fondamentale per la Serie A: rossoneri e nerazzurri, infatti, in classifica sono separati da un solo punto, con la sfida che si rivelerà quindi un vero e proprio match Scudetto. Tra i sicuri protagonisti i due attaccanti principe di Stefano Pioli e Antonio Conte, Zlatan Ibrahimovic nel Milan ed il belga Romelu Lukaku nell’Inter. Entrambi sono già stati protagonisti nei due Derby disputati in questa stagione, vale a dire quello dell’andata e quello valido per i Quarti di Finale di Coppa Italia. Nella quarta gara di questo campionato, infatti, furono i rossoneri ad imporsi con il risultato di 2-1: a decidere fu proprio una doppietta di Zlatan Ibrahimovic (che sul primo gol sbagliò per poi ribadire in rete un rigore), mentre la rete della bandiera nerazzurra venne siglata invece da Romelu Lukaku. Nella gara disputata lo scorso fine gennaio, invece, dopo le reti dello svedese e del belga fu Christian Eriksen a decidere la sfida nel finale. Una sfida che vide Ibrahimovic protagonista in negativo, con un’espulsione rimediata per doppia ammonizione ed una lite che ha fatto il giro del mondo proprio con l’ex attaccante e compagno al Manchester United.

Ibrahimovic, attaccante del Milan
Ibrahimovic, attaccante del Milan

L’attaccante rossonero, infatti, sul finire del primo tempo si rese protagonista di un diverbio piuttosto acceso con Lukaku. In seguito ad un fallo di Romagnoli sul belga, quest’ultimo cerca lo scontro fisico con il difensore e capitano rossonero. Interviente così lo svedese, che aveva giocato con Lukaku proprio ai tempi del Manchester United. Tra i due volando così parole grosse su cui avrebbe appena chiuso un’inchiesta, e si sarebbe in attesa della decisione, la Procura Federale. Secondo una prima ricostruzione, i due se ne sarebbero dette di santa ragione: Ibrahimovic, infatti, avrebbe fatto riferimento a presunti riti vodoo da parte della mamma di Lukaku (la vicenda risalirebbe ad un’espressione del Presidente dell’Everton al tempo in cui il belga giocava con le Toffees), con l’attaccante della Nazionale belga che, dal canto suo, sembrerebbe abbia anche minacciato lo svedese del Milan. Ibrahimovic che, poi, avrebbe continuato dando, con un gioco di parole in inglese, del “somaro” al gigante nerazzurro, con i due che si sono poi beccati fino all’ingresso degli spogliatoi, con soprattutto i compagni di Lukaku che hanno fatto fatica a separare il compagno dall’attaccante rossonero. Il Giudice Sportivo, poi, ha intanto squalificato entrambi i giocatori per una giornata (Lukaku era diffidato ed era stato ammonito, mentre lo svedese per il rosso ricevuto nei 90 minuti).

Ibra vs Lukaku: scontro tra titani

Lukaku e Ibrahimovic
Lukaku e Ibrahimovic

Sia Zlatan Ibrahimovic sia Romelu Lukaku, comunque, hanno numeri mostruosi nelle loro presenze ai Derby. Il centravanti belga, infatti, dal suo arrivo in Italia la scorsa stagione, ogni volta che ha incrociato i rossoneri è andato a segno. Sono quattro le presenze dell’ex Manchester United nella stracittadina milanese, con quattro reti messe a segno, andando in rete in tutti i Derby da lui disputati. Inolte, per il belga dell’Inter, sono tre i successi dal suo arrivo in Serie A, con l’unica sconfitta proprio quella della gara di andata. Per Lukaku, inoltre, anche un assist, nella gara dello scorso campionato vinta 4-2 nel ritorno, a febbraio di un anno fa, della squadra di Antonio Conte, prima del lockdown e che Stefano Pioli trasformasse in una macchina praticamente perfetta il club rossonero.

Per Zlatan Ibrahimovic, invece, anche due Derby con maglie invertite, andando a segno sia all’andata che al ritorno nella stagione 2006/2007. Con la maglia rossonera, invece, sono 8 le reti messe a segno dallo svedese, in sette Derby della Madonnina disputati con il club di Via Aldo Rossi nelle sue due esperienze in rossonero. Anche lo svedese, inolte, vanta un assist in questa gara molto sentita da entrambe le tifoserie di Milano. Per lo svedese, in rossonero contro i nerazzurri, anche il celebre episodio dell’intervento da taekwondo su Marco Materazzi, difensore interista, nel 2010, a seguito di diverse provocazioni verbali tra i due in quella gara decisa proprio da un rigore realizzato da Ibrahimovic.

Numeri impressionanti

Ibrahimovic, Milan
Ibrahimovic, Milan

Sia Zlatan Ibrahimovic che Romelu Lukaku, in carriera ma anche in questa stagione, hanno comunque numeri impressionanti. Lo svedese, dal suo ritorno nel gennaio 2020, ha disputato 38 delle ultime 59 gare, vittima di alcuni infortuni e anche del Covid-19, mentre il belga è stato quasi sempre presente, con Conte che lo ha avuto in 80 gare su 86 disputate. In questa stagione, invece, sono 18 le presenze del trentanovenne rossonero, con 16 reti ed un assist, mentre il ventisettenne belga è sceso in campo 29 volte con la maglia nerazzurra, trovando 22 reti e fornendo 4 assist. Media realizzativa migliore per l’attaccante del Milan, invece, con un gol ogni 105,4 minuti per 27 reti totali, mentre Lukaku ha realizzato 56 reti con la maglia nerazzurra, una ogni 115,3 minuti. Ibrahimovic che ha fornito anche sette assist, prendendo così parte a 34 reti rossonere, una ogni 83 minuti, mentre il belga dell’Inter ha fornito 10 assist, prendendo parte a 66 reti interiste, una ogni 97,8 minuti.

Lukaku che, però, vince la sfida dal dischetto: il belga, infatti, si è dimostrato più freddo del più esperto collega svedese, avendo realizzato tutti i 13 rigori calciati contro il 5 su 10 del bomber rossonero. Interessante anche il piede forte dei due attaccanti: Ibrahimovic, infatti, ha segnato più gol di destro, con 15 su 27, rispetto al belga, che invece ne ha segnati solo 12 di destro. Al contrario, invece, Lukaku ha realizzato 37 gol con il mancino, contro i soli 6 di Ibrahimovic, che ha segnato poi 6 gol di testa contro i 7 dell’attaccante belga.  Lo svedese del Milan, poi, torna in testa nelle doppiette rispetto all’attaccante nerazzurro, con 8 doppiette per Ibrahimovic contro le 14 di Lukaku (media di una ogni 4,7 per il rossonero e una ogni 5,7 per l’interista). Entrambi, poi, si dimostrano molto precisi: il bomber belga, infatti, segna un gol ogi 2,9 tiri, mentre lo svedese uno ogni 4 tiri, con il primo che segna di più tra il minuto 61 ed il minuto 75, mentre Ibrahimovic trova più reti tra il 16′ ed il 30′ e tra il 46′ ed il 60′.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search