Milan frenato nella corsa per il primato e l’Inter rimane in testa

E’ arrivato l’esito decisivo tra Milan e Inter. La squadra nerazzurra è riuscita ad ottenere il vantaggio sin dai primi minuti di gioco. Ci si aspettava qualcosa da più da Ibrahimovic ma, rispetto all’andata, il match ha avuto un esito totalmente differente.

Era dall’aprile del 2011 che Milan ed Inter non si ritrovano per affrontare un Derby così importante per decretare la prima in classifica. Per quanto riguarda il match di andata di Campionato Ibra ha segnato una doppietta, di cui un rigore portando a casa la vittoria per il Milan. Nel Derby di Coppa Italia, Eriksen è stato fondamentale per sconfiggere la squadra rossonera e proprio in questo match il danese ha giocato sin dal primo minuto. Una sfida molto accesa tra i due giganti delle squadre: Ibrahimovic e Lukaku. Un gioco di sguardi freddo in segno di sfida e forse con un po’ di amaro in bocca dopo il dissidio avuto tra i due nella sfida per la Coppa Italia.

Milano 21/02/2021 – campionato di calcio serie A / Milan-Inter / foto Image Sport nella foto: Zlatan Ibrahimovic-Milan Skriniar

L’Inter ottiene i tre punti ed è a più quattro dal Milan

La gara è iniziata con il minuto di silenzio per ricordare Mauro Bellugi, splendida persona in campo ed anche fuori. Primo possesso neroazzurro e buona lettura da parte del Milan. Una grinta sportiva che la squadra rossonera mette in secondo piano già a partire dai primi minuti perché l’Inter riesce subito a trovare il vantaggio con un abile gioco di squadra tra Lukaku e Lautaro. L’argentino trova il gol grazie ad un colpo di testa e la palla finisce dietro Donnarumma. Tante azioni da parte dell’Inter e si assiste anche ad un duello danese tra Eriksen e Kjaer: il nerazzurro cerca di trovare il tiro vincente ma viene fermato dal numero 24 rossonero. Lukaku è sempre più agguerrito, è un giocatore dotato di ottime potenzialità e buon possesso palla ed ecco che ci prova di nuovo ma la palla finisce fuori. L’Inter è sempre pericolosa durante la prima parte di gioco e Lukaku è sempre uno dei protagonisti assoluti del rettangolo verde tentando anche qualche scambio con Perisic. La squadra di Pioli tenta di tutto mettendo sottopressione gli avversari durante gli ultimi minuti di gioco del primo tempo. Nel Milan manca quella cattiveria agonistica di sempre; manca anche l’aggressività di Zlatan Ibrahimovic che spesso è rimasto solo nel campo senza ricevere molte occasioni per segnare, salvo qualche eccezione durante il secondo tempo. La squadra rossonera comincia bene la ripresa e sembra che il match possa acquisire una svolta diversa. Lautaro Martinez lascia il segno anche nella ripresa in quanto segna un fantastico gol di sinistro su assist da parte di Perisic. Troppe sbavature per Gigio Donnarumma che però riesce a parare un’altra occasione da parte di Lukaku. Il belga non demorde e riesce a trovare il gol dal centro dell’area con il suo potente piede sinistro. Pioli cerca di giocarsi l’ultimo asso nella manica tanto da sostituire lo svedese con Samu Castillejo e Leao e Meité che subentrano al posto di Tonali e Saelemaekers, ma è tutto invano. Ammonito Simon Kjaer durante il primo tempo per essersi lanciato su Lautaro.  La squadra di Mister Pioli ha subito un calo di prestazione rispetto allo scorso anno e l’Inter è riuscita a staccare di quattro punti.

Si è sentita la mancanza di Ismael Bennacer

La squadra rossonera ha risentito pesantemente dell’assenza di Ismael Bennacer, uscito malconcio nella gara contro la Stella Rossa per aver rimediato un problema al flessore della coscia destra. Uno come luiriesce sempre ad essere decisivo nel rettangolo verde ma l’allenatore del Milan ha studiato un piano di riserva. Il posto dell’algerino è stato preso da Sandro Tonali. Le condizioni di Bennacer verranno valutate meglio nei prossimi giorni ma ovviamente si spera di poterlo recuperare il prima possibile.

Le prossime gare per il Milan

Dopo la deludente prestazione contro lo Spezia, il Milan voleva cercare di vincere ma ci sono state moltissime difficoltà in campo. Ci si è anche trovati dinnanzi ad un portiere formidabile come Handanovic che è riuscito a bloccare molte occasioni. Al 75’ Pioli ha perso la fiducia riposta in Ibrahimovic che è stato sostituito da Castillejo e lo svedese ha continuato a seguire il match dalla panchina. Ad attendere il Milan ci sono sfide molto importanti alle porte. Il tecnico continua ad essere fiducioso dei suoi ragazzi in quanto ci sono stati notevoli progressi.

Le parole di Stefano Pioli per DAZN: ‘’Nel secondo tempo abbiamo avuto molte occasioni ed era tanto che Handanovic non realizzava parate così. L’Inter è molto abile nel costruire il gioco. Noi non siamo stati così tanto aggressivi perché non volevamo lasciargli troppo campo aperto. Se nove mesi fa ci avessero detto che avremmo stati secondi in classifica avremmo fatto i salti di gioia. La nostra forza risiede nel nostro equilibrio e noi crediamo nel nostro lavoro. Sappiamo che nelle ultime tre partite non abbiamo dato il massimo ma non dobbiamo dimenticarci del nostro percorso e di tutto quello che abbiamo fatto. La partita sbagliata però è stata quella di Spezia, oggi la partita l’abbiamo fatta poi è chiaro che bisogna alzare un po’ il livello e dobbiamo rimanere lucidi. Quando si perde si deve lavorare di più e meglio. Abbiamo avuto qualche infortunio di troppo. Si tratta della prima settimana negativa che stiamo affrontando. Situazioni come queste possono capitare. Ibrahimovic? L’ho sostituito perché ha avvertito un crampo al polpaccio. Vedremo se giocherà giovedì e domenica’’.

Franck Kessié si scusa con la tifoseria rossonera

Kessie, centrocampista del Milan
Kessie, centrocampista del Milan

Il centrocampista ivoriano, Franck Kessié, era convinto che il suo Milan avrebbe vinto. Le sue prestazioni non sono state discrete; è riuscito anche ad attuare qualche azione in fase offensiva, ma ovviamente avrebbe potuto fare molto di più. Troppe le sbavature durante il corso della partita, a certi tratti non sembrava neanche lui.  Il suo rammarico è stato quello di non aver portato a casa i tre punti anche per tutta la tifoseria rossonera, la Curva Sud Milano, accorsa allo Stadio di San Siro prima dell’incontro del match.

Il post gara di Franck Kessié per Sky Sport: ‘’Dobbiamo lavorare sulle prossime gare e tornare a come eravamo all’inizio di questa Stagione. Bisogna lavorare molto e bisogna vedere cosa non ha funzionato. Mi dispiace per i tifosi che ci danno la carica ogni giorno. Cosa ci ha detto Ibrahimovic? Che il calcio è così, fa male perdere. Mancano ancora tante partite e dobbiamo tornare quelli che eravamo nel 2020’’.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search