Milan, Pioli tra dubbi e certezze: “Derby? Siamo pronti”

Il tecnico del Milan Stefano Pioli, a seguito del pareggio contro lo Stella Rossa in Europa League, prepara il derby della Madonnina contro l’Inter per la ventiduesima giornata di campionato di campionato di Serie A

Non è solo il tecnico del Milan, è colui a cui vengono affidate le maggiori responsabilità per la preparazione di un match e, a volte, colui che è pronto a prendersi la colpa a seguito di una prestazione poco brillate della squadra rossonera. Stiamo parlando del tecnico Stefano Pioli. Arrivato al Milan poco più di un anno fa, ha rivoluzionato un’intera squadra partendo da zero, o quasi. A suon di scelte tattiche, prove in allenamento, ha fatto sì che il Milan si avvicinasse sempre di più alle più alte posizioni della classifica di Serie A. Obiettivo qualificazione in Europa League, il primo che si è posto lo stesso Pioli al suo arrivo nella scorsa stagione, in sostituzione a Marco Gianpaolo. Obiettivo appunto raggiunto, grazie anche al colpo di mercato che ha portato Ibrahimovic al Milan, rivelatasi, senza ombra di dubbio, un’ottima spalla del mister per trasmettere grinta e determinazione al resto della squadra.

Stefano Pioli, tecnico del Milan
Stefano Pioli, tecnico del Milan

Un allenatore dal carattere pacato, pronto però a strigliare la sua squadra quando serve, e che si è ritrovato durante il corso della stagione a dover affrontare delle situazioni non di certo facili. Di fatti – come ben si sa  – la stagione in corso, per il Milan, è stata caratterizzata da parecchi infortuni. Il tecnico rossonero, si è dovuto adattare dunque alle situazioni, cambiando a turno gli interpreti per le scelte della formazione da far scendere in campo. Dagli infortuni che hanno colpito il reparto difensivo, che hanno portato a giocare altre carte, scoprendo il talento e la duttilità di Kalulu, alle assenze in centrocampo, fino al periodo di stop, sempre causa infortunio di Zlatan Ibrahimovic. Un allenatore messo dunque costantemente a dura prova, ma che nonostante tutto è riuscito insieme alla sua squadra a portare a casa degli ottimi risultati.

Lo dimostrano i punti conquistati dal Milan durante girone di andata, e il titolo “Campioni di inverno” frutto del suo lavoro. La situazione però a seguito della sconfitta in campionato contro lo Spezia sembra essere diversa. Sembra, appunto, perché gli interpreti non sono di certo cambiati, e in panchina c’è sempre Pioli a guidare i suoi ragazzi. E’ un dato di fatto però che il Milan è reduce da una situazione non di certo facile. Anche in Europa League, dove ci si aspettava una vittoria contro lo Stella Rossa, i rossoneri sono usciti dal campo portando a casa un pareggio di 2-2. l termine del match infatti, Pioli è intervenuto ai microfoni di Sky Sport, per commentare la partita. “Era la partita giusta per rilanciarci se avessimo portato a casa la vittoria, che era quasi raggiunta. Non abbiamo sfruttato al meglio la superiorità numerica, potevamo fare il terzo gol e soprattutto non dovevamo subire il pareggio. Però il 2-2 rimane un buon risultato in vista del ritorno, è positivo” ha dichiarato il tecnico rossonero. Una vittoria che si sperava arrivasse a seguito del passo falso in campionato contro lo Spezia.

Stefano Pioli tecnico del Milan
Stefano Pioli tecnico del Milan

Il mister inoltre afferma di esser pronto ad analizzare le partite, per poter alzare il livello delle prestazioni in campo, dato il momento importante della stagione. “Bisogna fare una valutazione ampia. Abbiamo fatto un periodo con tanti infortunati e quindi chi ha dovuto giocare spesso, ha speso tanto – ha affermato il mister ai microfoni di Sky Sport  – Ora dobbiamo far tornare in condizione chi è stato infortunato e far recuperare bene chi ha giocato tanto prima, però fisicamente stiamo bene. Oggi non abbiamo vinto perché non abbiamo avuto la personalità di fare il terzo gol”.

Il Milan dunque si ritroverà ad affrontare l’Inter con cui si contende i primi posto in classifica dall’inizio del campionato. “Ultimamente ci sono stati tanti gol nei derby con partite equilibrate. Credo che stavolta possa vincere la squadra che subirà meno gol. Noi e l’Inter siamo vicini come livello e vicini in classifica. Il derby arriva nel momento giusto, siamo pronti” ha commentato infine Pioli.

Pioli vede Derby

Nella partita contro l’Inter torneranno in campo i giocatori che Pioli, in Europa League contro lo Stella Rossa, ha tenuto a riposo. Tra questi Davide Calabria, Kjaer, Kessié, Saelemaekers, Calhanoglu e Ibrahimovic. Saranno nuovamente chiamati in causa il portiere Gianluigi Donnarumma, il capitano Romagnoli, Theo Hernandez, Rebic e Sandro Tonali. Quest’ultimo che ha appena recuperato dall’infortunio, è entrato in campo contro lo Stella Rossa per sostituire l’infortunato Ismael Bennacer che non sarà appunto disponibile per il derby contro l’Inter.

Donnarumma, Milan

Uno dei punti interrogativi però sembra essere Hakan Calhanoglu, che rientrato nella gara contro il Crotone, a seguito del periodo di isolamento per via della positività al Covid-19, è apparso un po’ fuori forma nella partita di campionato contro lo Spezia, ma anche nei minuti giocati a Belgrado. Questi giorni saranno sicuramente serviti al tecnico Pioli per lavorare sulla condizione fisica del trequartista, in modo da riaverlo dinamico e informa in vista del derby.

Probabile formazione:

Milan  – 4-2-3-1: Donnarumma, Theo Hernandez, Romagnoli, Kjaer, Calabria, Tonali, Kessié, Rebic, Calhanoglu, Saelemaekers e Ibrahimovic.

Milan, Pioli: “Il derby? Da affrontare con testa fredda e cuore caldo”

Durante il corso della conferenza stampa, alla vigilia del derby, il tecnico Pioli esprime prima di tutto la sua vicinanza per la prematura scomparsa di Mauro Bellugi, facendo le sue più sentite condoglianze alla famiglia. Inizia poi a rispondere alle varie domande legate alla condizione atletica del Milan presentando il prossimo impegno di campionato contro l’Inter. Il tecnico rossonero afferma che una partita di questo tipo si affronta con testa fredda e cuore caldo, aggiungendo volontà e determinazione. Il mister inoltre dichiara di credere fortemente nella forza e nelle qualità dei suoi giocatori e nelle ambizioni del club. “Abbiamo cominciato un percorso che ci sta dando degli ottimi risultati – aggiunge Pioli  – giochiamo un derby che non si vedeva da tantissimo tempo. Siamo volenterosi per fare bene questa partita”.

Sia Milan che Inter, secondo quando affermato dallo stesso Pioli, hanno entrambe una fisionomia bella chiara, e alla domanda su quale sarà la chiave tattica, il mister risponde: “Domani la squadra che avrà maggior compattezza e che riuscirà ad essere più precisa potrà avere più possibilità. Domani vogliamo giocare una partita di alto livello” e sull’importanza della partita di domani il mister afferma: “E’ una partita molto importante, possiamo tornare in testa. Non sarà una gara decisiva, ma è molto importante. L’abbiamo preparata così”. Inoltre il tecnico rossonero, durante il corso della conferenza stampa si sofferma su alcuni giocatori, tra cui Tonali: “Sono assolutamente convinto che ha un potenziale enorme ma è molto giovane, al primo anno a certi livelli. Sta crescendo bene, sarà un giocatore molto forte, ma sta dimostrando le proprie qualità. Anche se sei giovane devi reggere le aspettative, ma è sereno e motivato come i compagni”.  Su Tomori invece Pioli conferma quanto il giocatore stia facendo bene e che ha delle caratteristiche fisiche che gli permettono di giocarsela molto di più con giocatori come Lautaro e Sanchez. E’ aggressivo, ma non ha la fisicità per contrastare giocatori potenti come Lukaku.

Sandro Tonali, Milan
Sandro Tonali, Milan

Non manca il riferimento alle ultime partite dei rossoneri, che non hanno brillato per la prestazione in campo: “Le ultime due partite non sono state le migliori, ma non ci hanno tolto convinzioni e certezze. Ci hanno fatto capire ancora di più come approcciare alle gare  – Saremo forti e più forti delle ultime due gare. Se approcci ad una partita che un pareggio ti può andar bene sei più vicino alla sconfitta che alla vittoria. Andremo in campo per vincere”. Inoltre, alla domanda se può essere anche questa volta Ibrahimovic l’uomo decisivo del derby, Pioli afferma che deve essere una gara del collettivo, e il Milan deve giocare di squadra. “Domani schiererò i giocatori che stanno bene, che sono pronti, molti di loro non hanno giocato giovedì. La squadra di domani è competitiva per poter dare il massimo” continua il mister e infine conclude la conferenza stampa affermando: “Ho tanta passione ed emozione, lo stiamo preparando bene, c’è la concentrazione giusta. I tifosi sono stati fantastici, stiamo facendo tutto il possibile per poterla preparare bene. Siamo convinti che sia la preparazione migliore e che abbiamo fatto di tutto per essere pronti a questa sfida”.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Start typing and press Enter to search