in

Udinese, Pozzo: “Pensavo di essere di passaggio, ma dopo 35 anni sono ancora qui”

Il patron dell’Udinese, Giampaolo Pozzo, ha toccato diversi temi nel corso di una recente intervista

Pozzo
Il presidente dell'Udinese Giampaolo Pozzo

Intervistato da Tuttosport, il presidente dell’Udinese, Giampaolo Pozzo, ha parlato dei 35 anni trascorsi alla guida del club friulano: “Chiamiamolo un hobby, per semplificare la cosa. È un’attività extra che abbiamo messo in piedi perché siamo nati a Udine, perché abbiamo sempre voluto bene a questa società e perché l’Udinese rappresenta qualcosa di importante per il Friuli. Quando si è presentata l’opportunità di dare una mano, siamo partiti. Dopo 35 anni siamo ancora qui. E dire che credevo di essere solo di passaggio…”.


Scarica la nostra App


Sempre a proposito dell’Udinese, Pozzo ha speso qualche parola anche relativamente ai tanti allenatori che si sono succeduti nel corso della sua gestione: Ne abbiamo avuti tanti di bravi tra allenatori e calciatori. Se nessuno si offende, farei due nomi: Di Natale e Zaccheroni. Antonio, oltre a essere stato un grande campione, quando gli è stato proposto di andare in una grande squadra, ha detto di no. Tra gli allenatori dico Zaccheroni perché è stato il primo a portarci in Europa. Di allenatori ne abbiamo avuti anche tanti scarsi però possiamo dire una cosa: abbiamo sbagliato quando li abbiamo presi, non abbiamo sbagliato quando li abbiamo mandati via perché non hanno combinato niente da nessuna parte”.