in

UEFA, scompare il Fair Play Finanziario: nuove soluzioni e sanzioni

La UEFA guarda al futuro e studia l’abolizione del Fair Play Finanziario. La machina organizzativa sembrerebbe già pronta a sostituirlo con adeguate contromisure, sia dal punto di vista delle alternative che delle eventuali pene da scontare

Aleksander Ceferin, Presidente UEFA
Aleksander Ceferin, Presidente UEFA

Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, la UEFA è orientata a far scomparire presto il Fair Play Finanziario. La giornata decisiva può essere già domani, visto l’incontro sul tema che avverrà in videoconferenza ufficiale con il Parlamento europeo. Il nodo legato al tetto di spesa ha fatto discutere sin dalla sua introduzione e l’obiettivo è quello di mutare il concetto su cui si fonda. Non più spendere quanto si incassa, ma spendere ciò che serve senza sprechi. Un concetto che rimane assai fumoso se si guarda la teoria, ma che in pratica potrebbe prevedere nuove soluzioni e sanzioni. In alternativa al Fair Play Finanziario, la UEFA sta valutando l’introduzione di un salary cap, di una luxury tax o di un nuovo break-evenchiusura dei conti in pareggio. Inoltre, le pene per le infrazioni si ripercuoteranno di più sul piano sportivo che su quello economico.

Demme, centrocampista del Napoli

Napoli, Cassano non ha dubbi: “Demme è un piccolo Kantè”

Diego Costa

Calciomercato, per Diego Costa futuro in Portogallo