in

VAR in Serie B, la tecnologia del calcio avanza

Arbitro Rocchi al Var
Arbitro Rocchi al Var

Il mondo del calcio si va sempre più aggiornando con l’arrivo di nuove invenzioni ed idee sempre interessanti. Con il passare degli ultimi anni, abbiamo potuto assistere alle diverse innovazioni tecnologiche, come il video assist referee e la goal-line technology. Entrambi gli strumenti tecnologici, sono serviti in parecchi casi, durante le partite, nelle quali l’arbitro non riusciva a dare un suo giudizio: i motivi possono essere diversi come non riuscire a vedere se la palla entra dentro la porta, se c’è stato un fallo oppure simulazione ecc…

Negli ultimi mesi, però, un gruppo di specialisti della Federazione di Calcio Mondiale, denominato ‘Innovazione ed Eccellenza’, sta studiando un nuovo metodo da introdurre nel calcio giocato di oggi: si tratterebbe di un VAR più semplificato ed accessibile anche alle serie minori di ogni stato. Il gruppo di ricercatori, quindi, si è riunito il 27 ottobre scorso, in videoconferenza, con la Federazione Internazionale di Calcio e l’IFAB (associazione di diritto svizzero) per annunciare una possibile svolta, nei prossimi mesi, in ambito tecnologico.

Il VAR arriva anche in Serie B

La FIFA, inoltre, attraverso una nota ha spiegato come l’obiettivo di questa innovazione sia quella di portare il VAR, anche, in campionati minori, come quello di Serie B. Infine, con il gruppo di ricercatori, si è parlato anche dei possibili costi economici, di quanto la qualità possa scendere e dei requisiti minimi per introdurre tale tecnologia. Come se non bastasse, la Federazione di Calcio Asiatica, la Federazione Francese e l’UEFA hanno fornito interessanti dati di una tecnologia VAR, non testata ancora nelle partite, più conveniente in termini economici.

Gianni Infantino
Gianni Infantino, Presidente Fifa

La FIFA, ha fatto anche sapere che si sta ideando un’interessante tecnologia semi-automatizzata per quanto riguarda il fuorigioco, al fine di rendere il processo di analisi di queste situazioni il più efficiente possibile. Per creare tale tecnologia, ovviamente, è stato sollecitato il mercato internazionale per mobilitarsi, il prima possibile, su questo fronte. Davanti a tale offerta, si sono proposti tre fornitori di tutto il mondo interessati alla prima fase di sviluppo del nuovo giocattolo calcistico che, però, è stato spostato a causa COVID19.

Il VAR semplificato alla fine del 2021

Il primo passo verso questa nuova creazione dovrà esser fatto entro la fine del prossimo anno. Lo scopo di questa nuova introduzione, nel mondo del calcio, risulta essere quello di migliorare ulteriormente gli algoritmi dei sistemi basati su una raccolta di dati da centinaia di diversi casi di fuorigioco. In fondo, ci aspettavamo da tempo un rinnovamento così repentino nel calcio: insomma, lo volevamo a tutti i costi un aiuto in più che agevolasse gli arbitri e, soprattutto, le squadre e i tifosi in quelle situazione dove il dubbio, ahimè, permane.

Vota Articolo

526 points
Upvote Downvote
Arkadiusz Milik, attaccante del Napoli

Napoli, che fine ha fatto Arek Milik?

Roberto Mancini, commissario tecnico della Nazionale

Italia, la rinascita della nazionale senza un bomber. Sognare è possibile?