Giorno della Memoria: il professore che rese grande il Casale

In occasione del Giorno della Memoria, Football News 24 vuole raccontarvi la storia del professore che rese grande il Casale FBC

Giorno della Memoria Raffaele Jaffe Casale FBC / Per la Giornata della Memoria, FootballNews24 ha deciso di raccontarvi la storia in un uomo che riuscì a realizzare un sogno: creare una squadra di calcio dal nulla e portarla a vincere lo Scudetto. Quest’uomo, che era diventato simbolo di una città, ha varcato i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz in un giorno d’estate. Questa è la storia di Raffaele Jaffe.

Loading...

Nato ad Asti da una famiglia ebrea, Raffaele Jaffe si laurea in scienze naturali e chimica ed inizia a insegnare all’Istituto Tecnico Leardi di Casale Monferrato.

Nell’ottobre del 1909, partendo da una riunione tenutasi all’interno dell’istituto, decise di promuovere e fondare una squadra di calcio. Precisamente il 17 dicembre dello stesso anno, insieme ai suoi studenti e colleghi, nell’Aula 1 dell’Isituto. alle ore 17,15 venne fondata una squadra che si poneva come unico intento quello di ostacolare la Pro Vercelli, squadra che aveva scalzato il Genoa e ora dominava il calcio nella penisola. Nasce il Football Club Casale. Anche il colore delle maglie non fu scelto a caso: la Pro Vercelli militava con  la divisa bianca, quindi il Casale scelse il nero per rimarcare la loro rivalità. La stella bianca sul cuore venne “donata” da Luigi Cavasonza, dopo averla grossolanamente ritagliata da un quaderno mentre esclamava: “Ci vorrà fortuna per sfidare i grandi nemici!“.

casale-6-ott-29-ok
Casale

Jaffe, col suo Casale, avanza vittoria dopo vittoria. Nel maggio del 1913 ricevettero una sfida destinata ad entrare nella storia del Casale e del calcio italiano: Jaffe e i suoi calciatori vennero sfidati dagli inglesi del Reading Football Club. Con fierezza e orgoglio, i nerostellati accettarono il match e si prepararono a ricevere coloro che avevano già battuto Genoa, Pro Vercelli e Milan. I britannici giunsero sul campo di Casale Monferrato ma, nello stupore generale, vennero travolti dal furore di quei giocatori in nero. Una partita storica, che trasudò la vera essenza del calcio, ormai scomparso. In un partita, quella squadra sorta in un’aula durante un pomeriggio di dicembre entrò nella storia: il Casale fù il primo club italiano nella storia a battere una società inglese.

In soli due anni, Jasse riuscì a portare il suo Casale a livello nazionale e, battuta nell’ultima giornata la Liguria per 8 reti a zero, riuscì a  conquistare la vetta della classifica .Con 31 punti, il Casale divenne Campione d’Italia nella stagione 1913-1914. Una gioria per tutti i casalesi e non. Jaffe era riuscito nel miracolo. Casale era salito sul tetto d’Italia. Un’impresa che non venne mai più ripetuta nella storia di questa società calcistica alessandrina. Nel 1919, con la ripresa del campionato dopo la Grande Guerra, Raffaele Jaffe decise di abbandonare la dirigenza della società ma continuò comunque a frequentare i nerostellati e i campi di calcio.

Nel 1927 sposò una ragazza cattolica, Luigia Cerruti, e nel 1937 decise di battezzarsi. Una scelta che, purtroppo, non gli bastò per sfuggire alle leggi razziali, in vigore l’anno seguente. Il 16 febbraio 1944, durante una delle retate che sconvolse la cittadina di Casale Monfettato, Jaffe venne arrestato dalla milizia fascista.

Casale-4Per cinque lunghi mesi rimase bloccato nel campo di Fossoli, nei dintorni di Carpi. Scrisse ogni giorno lettere alla moglie, guardando i treni carichi di persone che partivano verso una meta sconosciuta e terribile. Riescì ad incontrare Primo Levi, prima che venisse caricato su un convoglio.  Essendosi convertito al cristianesimo, per la legge italiana Jaffe non avrebbe dovuto essere deportato. Ma i tedeschi non fecero sconti, i certificati avevano lo stesso valore della carta straccia. Il 2 agosto 1944 venne caricato su un treno, stipato con centinaia di persone. Quattro giorni di viaggio infernale, senza cibo ne acqua. Un inferno su rotaia. Con la calma del professore paziente, Jaffe cercò di resistere agli stenti e alle percosse.

Finalmente i portelloni si aprirono e qualcuno, spinto dalla fame d’aria,  lo spinse giù dal vagone. Nella ressa il professore cadde e si ruppe una delle lenti degli occhiali. Era la sera del 6 agosto. Ad attenderli, tedeschi in divisa, con le punte degli stivali che brillavano sotto i riflettori dei fari. Disposti in file ordinate, uomini e donne vennero condotti al disumano rituale della selezione. In quella stessa notte, mentre il cielo polacco venne sferzato dal canto delle cicale, Rallaele Jaffe venne condotto, a sua insaputa, nelle docce di Aushwitz.

Raffaele Jaffe, fondatore del Casale Campione d’Italia, morì in una camera a gas il 6 agosto del 1944 all’età di 67 anni.

Loading...

Giorno della Memoria: il professore che rese grande il Casale

In occasione del Giorno della Memoria, Football News 24 vuole raccontarvi la storia del professore che rese grande il Casale FBC

Giorno della Memoria Raffaele Jaffe Casale FBC / Per la Giornata della Memoria, FootballNews24 ha deciso di raccontarvi la storia in un uomo che riuscì a realizzare un sogno: creare una squadra di calcio dal nulla e portarla a vincere lo Scudetto. Quest’uomo, che era diventato simbolo di una città, ha varcato i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz in un giorno d’estate. Questa è la storia di Raffaele Jaffe.

Loading...

Nato ad Asti da una famiglia ebrea, Raffaele Jaffe si laurea in scienze naturali e chimica ed inizia a insegnare all’Istituto Tecnico Leardi di Casale Monferrato.

Nell’ottobre del 1909, partendo da una riunione tenutasi all’interno dell’istituto, decise di promuovere e fondare una squadra di calcio. Precisamente il 17 dicembre dello stesso anno, insieme ai suoi studenti e colleghi, nell’Aula 1 dell’Isituto. alle ore 17,15 venne fondata una squadra che si poneva come unico intento quello di ostacolare la Pro Vercelli, squadra che aveva scalzato il Genoa e ora dominava il calcio nella penisola. Nasce il Football Club Casale. Anche il colore delle maglie non fu scelto a caso: la Pro Vercelli militava con  la divisa bianca, quindi il Casale scelse il nero per rimarcare la loro rivalità. La stella bianca sul cuore venne “donata” da Luigi Cavasonza, dopo averla grossolanamente ritagliata da un quaderno mentre esclamava: “Ci vorrà fortuna per sfidare i grandi nemici!“.

casale-6-ott-29-ok
Casale

Jaffe, col suo Casale, avanza vittoria dopo vittoria. Nel maggio del 1913 ricevettero una sfida destinata ad entrare nella storia del Casale e del calcio italiano: Jaffe e i suoi calciatori vennero sfidati dagli inglesi del Reading Football Club. Con fierezza e orgoglio, i nerostellati accettarono il match e si prepararono a ricevere coloro che avevano già battuto Genoa, Pro Vercelli e Milan. I britannici giunsero sul campo di Casale Monferrato ma, nello stupore generale, vennero travolti dal furore di quei giocatori in nero. Una partita storica, che trasudò la vera essenza del calcio, ormai scomparso. In un partita, quella squadra sorta in un’aula durante un pomeriggio di dicembre entrò nella storia: il Casale fù il primo club italiano nella storia a battere una società inglese.

In soli due anni, Jasse riuscì a portare il suo Casale a livello nazionale e, battuta nell’ultima giornata la Liguria per 8 reti a zero, riuscì a  conquistare la vetta della classifica .Con 31 punti, il Casale divenne Campione d’Italia nella stagione 1913-1914. Una gioria per tutti i casalesi e non. Jaffe era riuscito nel miracolo. Casale era salito sul tetto d’Italia. Un’impresa che non venne mai più ripetuta nella storia di questa società calcistica alessandrina. Nel 1919, con la ripresa del campionato dopo la Grande Guerra, Raffaele Jaffe decise di abbandonare la dirigenza della società ma continuò comunque a frequentare i nerostellati e i campi di calcio.

Nel 1927 sposò una ragazza cattolica, Luigia Cerruti, e nel 1937 decise di battezzarsi. Una scelta che, purtroppo, non gli bastò per sfuggire alle leggi razziali, in vigore l’anno seguente. Il 16 febbraio 1944, durante una delle retate che sconvolse la cittadina di Casale Monfettato, Jaffe venne arrestato dalla milizia fascista.

Casale-4Per cinque lunghi mesi rimase bloccato nel campo di Fossoli, nei dintorni di Carpi. Scrisse ogni giorno lettere alla moglie, guardando i treni carichi di persone che partivano verso una meta sconosciuta e terribile. Riescì ad incontrare Primo Levi, prima che venisse caricato su un convoglio.  Essendosi convertito al cristianesimo, per la legge italiana Jaffe non avrebbe dovuto essere deportato. Ma i tedeschi non fecero sconti, i certificati avevano lo stesso valore della carta straccia. Il 2 agosto 1944 venne caricato su un treno, stipato con centinaia di persone. Quattro giorni di viaggio infernale, senza cibo ne acqua. Un inferno su rotaia. Con la calma del professore paziente, Jaffe cercò di resistere agli stenti e alle percosse.

Finalmente i portelloni si aprirono e qualcuno, spinto dalla fame d’aria,  lo spinse giù dal vagone. Nella ressa il professore cadde e si ruppe una delle lenti degli occhiali. Era la sera del 6 agosto. Ad attenderli, tedeschi in divisa, con le punte degli stivali che brillavano sotto i riflettori dei fari. Disposti in file ordinate, uomini e donne vennero condotti al disumano rituale della selezione. In quella stessa notte, mentre il cielo polacco venne sferzato dal canto delle cicale, Rallaele Jaffe venne condotto, a sua insaputa, nelle docce di Aushwitz.

Raffaele Jaffe, fondatore del Casale Campione d’Italia, morì in una camera a gas il 6 agosto del 1944 all’età di 67 anni.

In occasione del Giorno della Memoria, Football News 24 vuole raccontarvi la storia del professore che rese grande il Casale FBC

Giorno della Memoria Raffaele Jaffe Casale FBC / Per la Giornata della Memoria, FootballNews24 ha deciso di raccontarvi la storia in un uomo che riuscì a realizzare un sogno: creare una squadra di calcio dal nulla e portarla a vincere lo Scudetto. Quest’uomo, che era diventato simbolo di una città, ha varcato i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz in un giorno d’estate. Questa è la storia di Raffaele Jaffe.

Nato ad Asti da una famiglia ebrea, Raffaele Jaffe si laurea in scienze naturali e chimica ed inizia a insegnare all’Istituto Tecnico Leardi di Casale Monferrato.

Nell’ottobre del 1909, partendo da una riunione tenutasi all’interno dell’istituto, decise di promuovere e fondare una squadra di calcio. Precisamente il 17 dicembre dello stesso anno, insieme ai suoi studenti e colleghi, nell’Aula 1 dell’Isituto. alle ore 17,15 venne fondata una squadra che si poneva come unico intento quello di ostacolare la Pro Vercelli, squadra che aveva scalzato il Genoa e ora dominava il calcio nella penisola. Nasce il Football Club Casale. Anche il colore delle maglie non fu scelto a caso: la Pro Vercelli militava con  la divisa bianca, quindi il Casale scelse il nero per rimarcare la loro rivalità. La stella bianca sul cuore venne “donata” da Luigi Cavasonza, dopo averla grossolanamente ritagliata da un quaderno mentre esclamava: “Ci vorrà fortuna per sfidare i grandi nemici!“.

casale-6-ott-29-ok
Casale

Jaffe, col suo Casale, avanza vittoria dopo vittoria. Nel maggio del 1913 ricevettero una sfida destinata ad entrare nella storia del Casale e del calcio italiano: Jaffe e i suoi calciatori vennero sfidati dagli inglesi del Reading Football Club. Con fierezza e orgoglio, i nerostellati accettarono il match e si prepararono a ricevere coloro che avevano già battuto Genoa, Pro Vercelli e Milan. I britannici giunsero sul campo di Casale Monferrato ma, nello stupore generale, vennero travolti dal furore di quei giocatori in nero. Una partita storica, che trasudò la vera essenza del calcio, ormai scomparso. In un partita, quella squadra sorta in un’aula durante un pomeriggio di dicembre entrò nella storia: il Casale fù il primo club italiano nella storia a battere una società inglese.

In soli due anni, Jasse riuscì a portare il suo Casale a livello nazionale e, battuta nell’ultima giornata la Liguria per 8 reti a zero, riuscì a  conquistare la vetta della classifica .Con 31 punti, il Casale divenne Campione d’Italia nella stagione 1913-1914. Una gioria per tutti i casalesi e non. Jaffe era riuscito nel miracolo. Casale era salito sul tetto d’Italia. Un’impresa che non venne mai più ripetuta nella storia di questa società calcistica alessandrina. Nel 1919, con la ripresa del campionato dopo la Grande Guerra, Raffaele Jaffe decise di abbandonare la dirigenza della società ma continuò comunque a frequentare i nerostellati e i campi di calcio.

Nel 1927 sposò una ragazza cattolica, Luigia Cerruti, e nel 1937 decise di battezzarsi. Una scelta che, purtroppo, non gli bastò per sfuggire alle leggi razziali, in vigore l’anno seguente. Il 16 febbraio 1944, durante una delle retate che sconvolse la cittadina di Casale Monfettato, Jaffe venne arrestato dalla milizia fascista.

Casale-4Per cinque lunghi mesi rimase bloccato nel campo di Fossoli, nei dintorni di Carpi. Scrisse ogni giorno lettere alla moglie, guardando i treni carichi di persone che partivano verso una meta sconosciuta e terribile. Riescì ad incontrare Primo Levi, prima che venisse caricato su un convoglio.  Essendosi convertito al cristianesimo, per la legge italiana Jaffe non avrebbe dovuto essere deportato. Ma i tedeschi non fecero sconti, i certificati avevano lo stesso valore della carta straccia. Il 2 agosto 1944 venne caricato su un treno, stipato con centinaia di persone. Quattro giorni di viaggio infernale, senza cibo ne acqua. Un inferno su rotaia. Con la calma del professore paziente, Jaffe cercò di resistere agli stenti e alle percosse.

Finalmente i portelloni si aprirono e qualcuno, spinto dalla fame d’aria,  lo spinse giù dal vagone. Nella ressa il professore cadde e si ruppe una delle lenti degli occhiali. Era la sera del 6 agosto. Ad attenderli, tedeschi in divisa, con le punte degli stivali che brillavano sotto i riflettori dei fari. Disposti in file ordinate, uomini e donne vennero condotti al disumano rituale della selezione. In quella stessa notte, mentre il cielo polacco venne sferzato dal canto delle cicale, Rallaele Jaffe venne condotto, a sua insaputa, nelle docce di Aushwitz.

Raffaele Jaffe, fondatore del Casale Campione d’Italia, morì in una camera a gas il 6 agosto del 1944 all’età di 67 anni.

Loading...

ULTIM'ORA

Spal, Castro si avvicina: il Cagliari vira su Krunic del Milan

Manovre a centrocampo per Spal, Cagliari e Milan. Le ultime ore di calciomercato sono pronte ad infiammare le trattative tra queste tre squadre che,...

Roma, De Rossi si traveste e torna in Curva Sud per il derby contro la Lazio

Daniele De Rossi lo aveva annunciato. Nella conferenza stampa che il centrocampista organizzò in occasione del suo allontanamento dalla Roma, l'ex capitano giallorosso promise...

Calciomercato Inter, strada spianata per Mertens: Marotta prepara 7 colpi gratis

NEWS MERCATO INTER - Mertens nei pensieri del calciomercato dell'Inter e non solo. L'attaccante del Napoli, in scadenza di contratto a giugno, sarebbe finito...

Fiorentina, Commisso piazza il colpo: si chiude per Kouamé dal Genoa

NEWS MERCATO FIORENTINA - Il calciomercato della Fiorentina entra nella fase calda e Commisso avrebbe intenzione di piazzare il nuovo colpo di attacco dopo...

Genoa, è fatta per Iturbe: fissate le visite

Il Genoa piazza l'ennesimo colpo del proprio calciomercato. Dopo alcuni interessanti arrivi nelle prime settimane di gennaio, i rossoblu puntano a ripetersi e oltre...

Sampdoria, colpo a sorpresa: pronto Pjaca dalla Juventus

Affare a sorpresa per il calciomercato della Sampdoria? La Juventus, dopo lo stop a sorpresa con il Cagliari nella giornata di ieri, sarebbe ancora...

Lecce, UFFICIALE: preso Barak dall’Udinese

Continua l'opera di rafforzamento in questo calciomercato da parte del Lecce di Fabio Liverani, che sta lottando strenuamente per non retrocedere in Serie B....

Lazio, ribaltone con l’Inter: nel mirino c’è Giroud

NEWS MERCATO LAZIO INTER - La Lazio di Simone Inzaghi è ancora aggrappata al sogno scudetto e il mezzo passo falso nel derby non...

Calciomercato Milan, sgarbo Kurzawa alla Juventus: poi 4 nuovi colpi

NEWS MERCATO MILAN - Sedotto e poi abbandonato dalla Juventus, Kurzawa potrebbe a sorpresa finire al centro del calciomercato del Milan. Le ultime notizie...

Napoli, Mertens via subito: il Chelsea prova il colpaccio

NEWS MERCATO NAPOLI - Il calciomercato invernale che sta quasi terminando ci ha consegnato una certezza: l'asse tra Italia e Inghilterra è stato sicuramente...

Atalanta, febbre da Champions League a San Siro: Gasperini può sognare

Mancano esattamente tre settimane alla prossima notte europea dell'Atalanta. Dopo il grande miracolo degli uomini di Gasperini, gli ottavi di finale di Champions League...

Roma, capolinea Florenzi: andrà in prestito secco al Valencia

NEWS MERCATO ROMA - Florenzi e la Roma, la storia d'amore sembra ormai finita e di mezzo pare esserci lo zampino del calciomercato e...

Buffon da Champions League: la UEFA rende merito VIDEO

Unito trofeo non ancora vinto dal portiere della Juventus, ma per Gigi Buffon la UEFA non avrebbe certo dimenticato di rendere merito al portiere...

Lazio, svolta in attacco: pronto il Mister X a gennaio

La Lazio muove il proprio calciomercato in entrata. Dopo alcune operazioni in uscita, ultima quella che dovrebbe portare Valon Berisha in prestito al Fortuna...

Calciomercato Milan, svolta per Piatek: il giocatore ad un passo dall’addio

NEWS MERCATO MILAN - Da insostituibile a prima alternativa ad Ibrahimovic. La storia al Milan di Krzysztof Piatek può sintetizzarsi più o meno così....

Juventus, ESCLUSIVA Sissoko: “Champions? La finale sarà Juventus-Liverpool. Sarri meglio di Allegri”

Dopo una carriera lunga 17 vissuta principalmente tra Liga, Premier League, Serie A e PSG, lo scorso 14 gennaio Momo Sissoko ha dato l’addio...

Tottenham, UFFICIALE: arriva Bergwijn dal PSV

Il calciomercato invernale sta vivendo le sue ultime battute, mancano infatti poco meno di due giorni al termine delle trattative. Le squadre coinvolte in...

Calciomercato Roma, ultim’ora: i giallorossi preparano 10 milioni per Pedro

La Roma necessita di un attaccante esterno. Petrachi ha acquisito le prestazioni sportive di Carles Perez che proprio nella giornata di oggi è sbarcato...

Inter, Marotta cambia ancora: fuori Sanchez, dentro Mertens

NEWS MERCATO ULTIM'ORA INTER - Il calciomercato dell'Inter sembra non fermarsi mai con la dirigenza nerazzurra che non sarebbe ancora sazia di colpi. Gli...

Milan, Suso si prepara all’addio: accordo trovato con il Siviglia

NEWS MERCATO ULTIM'ORA MILAN - Se non possiamo parlare di affare concluso, poco ci manca. Il Milan infatti avrebbe trovato l'accordo definitivo con il...

Calciomercato Napoli, ora Ghoulam è un caso: possibile esclusione dalla rosa

NEWS MERCATO NAPOLI - Il Napoli di Gennaro Gattuso è stato uno dei protagonisti indiscusso di questa sessione invernale di calciomercato con i partenopei...

Calciomercato Inter, Marotta sgambetta la Juve: altro Top Player prima della chiusura

NEWS MERCATO ULTIM'ORA INTER - Il calciomercato di Inter e Juventus si è spesso incrociato in questi ultimi mesi. Paratici, direttore sportivo dei bianconeri,...

Torino, Mazzarri è a rischio: Cairo valuta le alternative

Il feeling tra il Torino e Walter Mazzarri non sembra mai esserci stato da quando il tecnico toscano si è seduto sulla panchina granata....

Genoa, altro colpo in vista: c’è l’accordo per Iturbe

NEWS MERCATO GENOA - La storia calcistica italiana di Juan Manuel Iturbe è stata un susseguirsi di alti e bassi. Dalle esaltanti prestazioni nella...

Lazio, Berisha ai saluti: per lui c’è il Fortuna Dusseldorf

NEWS MERCATO LAZIO - La striscia di vittorie consecutive in campionato per la Lazio si è fermata ad undici successi. Nel derby contro la...

Milan, Pioli: “Abbiamo vinto meritatamente, Rebic si è ritrovato”

Il Milan vince in Coppa Italia e passa in semifinale battendo il Torino: termina 4-2 a San Siro, i rossoneri trionfano e ora dovranno...

Milan-Torino 4-2: Pioli vince ai supplementari, doppietta di Calhanoglu

Il Milan vince ed elimina il Torino dalla Coppa Italia. Al termine di una partita quasi infinita a San Siro, conclusa solamente dopo i...

Inter, Lukaku: “Potevo andare alla Juventus, volevo i nerazzurri”

Lotta tra Inter e Juventus, parla Romelu Lukaku. Il centravanti nerazzurro è stato al centro di un intrigo di mercato tra le due squadre...

Atalanta, ecco Sutalo: è atteso per le visite, le cifre del colpo

L'Atalanta chiude il colpo: sembrerebbe ormai fatta per l'arrivo alla corte di Gasperini per Bosko Sutalo, giovane difensore centrale dell'NK Osijek. Il calciatore sarebbe...

Udinese, UFFICIALE: Opoku in prestito all’Amiens

Ora è ufficiale: Opoku riparte dall'Amiens. L'ormai ex Udinese ha deciso di ripartire dalla Francia per provare a trovare maggiore spazio ed imporsi con...

Milan e Inter, Sala su San Siro: “Le società hanno capito, è questione di settimane”

La questione che riguarda lo storico stadio San Siro di Milano continua ad essere uno dei maggiori motivi di discussione all'interno del comune meneghino....

Barcellona, se salta Rodrigo pronto Tadic

Il Barcellona sta continuando le trattative per portare Rodrigo al Camp Nou. L'attaccante del Valencia rimarrebbe la prima scelta per la dirigenza blaugrana, che si è...

Roma, dopo gli insulti arriva il lieto fine: Rocca torna in FIGC

Dopo la tempesta, viene sempre il sereno. Mai frase fu più appropriata per descrivere la situazione di Francesco Rocca dell'ultima settimana. L'ex terzino della...

Bayern Monaco, occhi su Lemar: l’Atletico Madrid spara alto

La sessione invernale di calciomercato sta riguardando tantissime squadre in giro per l'Europa per cercare di rinforzare la rosa e raggiungere gli obiettivi stagionali....

Genoa, Iago Falque in arrivo? Il Torino chiede Pandev

Porte girevoli per il mercato di Genoa e Torino, che potrebbero presto mettere a segno una grande operazione per i reparti offensivi di Nicola...

Manchester United, Slimani ad un passo da Solskjaer

Il Manchester United è molto attivo sul mercato e, dopo aver praticamente chiuso Bruno Fernandes - colpo da 80 milioni complessivi - si starebbe...

Ghirelli: quello della Lega Pro è “Il calcio che fa bene al Paese”

“La serie C del calcio italiano genera un valore economico e sociale nel Paese pari a 580milioni di euro annui”, a rivelarlo è lo...

Roma, Villar arriva nella Capitale: domani le visite

NEWS MERCATO ROMA - Gonzalo Villar sbarca a Roma e si prepara a diventare il nuovo colpo di calciomercato per Fonseca. Il giovane calciatore...

Juventus, cambio di programma: Pjaca al Cagliari a rischio

NEWS MERCATO JUVE - Il trasferimento di Pjaca al Cagliari sarebbe a rischio: i programmi del calciomercato in uscita della Juventus potrebbero cambiare. Un'affare...

Lazio, Minala fa muro: no alle offerte dalla Serie B

La Serie B chiama Minala ma il giocatore della Lazio pare avere altri piani per il suo futuro. Ormai da tempo sulla lista dei...

Napoli, colpo Petagna: l’attaccante dice sì, affare in arrivo

NEWS MERCATO NAPOLI - Il calciomercato del Napoli pronto a piazzare l'ennesimo colpo per Gattuso. Dopo aver ufficializzato l'arrivo di Politano dall'Inter e aver...

Carles Perez alla Roma: il giocatore domani a Fiumicino, visite mediche e firma

Alla fine la spunta Petrachi, Carles Perez sarà effettivamente un nuovo giocatore a disposizione di mister Fonseca a partire dalla giornata di domani. Arrivo...

Milan-Torino, formazioni ufficiali: Piatek con Rebic, Verdi in campo

Milan contro Torino, ormai è tutto pronto per l'attesa sfida di Coppa Italia tra Pioli e Mazzarri. Stasera alle ore 20.45 prenderà il via...

Spal, Semplici muove il mercato: dialogo con il Cagliari per Castro

Sfumato Iago Falque, ormai vicino al ritorno al Genoa, la Spal non demorde e prepara i nuovi affari dal mercato di gennaio. Non solo...

Lecce, idea dalla Roma: contatti per Cetin

Nuova idea per la difesa del Lecce dal calciomercato. Fabio Liverani, oltre a voler sistemare il reparto di centrocampo, sarebbe anche alla ricerca di...

Calciomercato Juventus, CI SIAMO: “L’accordo è servito!”

NEWS MERCATO ULTIME JUVENTUS - Calciomercato della Juventus che potrebbe clamorosamente prendere piede in queste ultime e frenetiche ore di riparazione invernale. Una riparazione...

Eriksen all’Inter, il retroscena: perché il Real Madrid si è defilato

NEWS MERCATO INTER - Christian Eriksen è un nuovo giocatore dell'Inter, i 20 milioni di euro sborsati dai nerazzurri hanno accontentato il presidente del...

Udinese, si pensa alle cessioni: Barak, Nestorovski e De Maio in lista

La sessione di calciomercato invernale del 2020 in casa Udinese starebbe per chiudersi senza grossi colpi in entrata. I bianconeri, dopo aver fatto tornare...

Parma, Sepe fuori a lungo: si scalda Radu dall’Inter

Il Parma a caccia di un nuovo portiere e la soluzione potrebbe arrivare dal calciomercato di gennaio. L'infortunio di Sepe avrebbe complicato non poco...

Juventus, svolta per Kurzawa e De Sciglio: Paratici ci ripensa

NEWS MERCATO JUVE - Nulla di fatto, lo scambio tra Juventus e PSG per De Sciglio e Kurzawa pare essere saltato. La possibilità di...
Loading...

Calciomercato Milan, l’Hertha Berlino accelera per Piatek

NEWS MERCATO MILAN - Il Milan ha dato l'ennesima chance a Krzysztof Piatek nella serata di ieri. Pioli infatti ha schierato dal primo minuto...

Spal, Castro si avvicina: il Cagliari vira su Krunic del Milan

Manovre a centrocampo per Spal, Cagliari e Milan. Le ultime ore di calciomercato sono pronte ad infiammare le trattative tra queste tre squadre che,...

Roma, De Rossi si traveste e torna in Curva Sud per il derby contro la Lazio

Daniele De Rossi lo aveva annunciato. Nella conferenza stampa che il centrocampista organizzò in occasione del suo allontanamento dalla Roma, l'ex capitano giallorosso promise...

Calciomercato Inter, strada spianata per Mertens: Marotta prepara 7 colpi gratis

NEWS MERCATO INTER - Mertens nei pensieri del calciomercato dell'Inter e non solo. L'attaccante del Napoli, in scadenza di contratto a giugno, sarebbe finito...

Fiorentina, Commisso piazza il colpo: si chiude per Kouamé dal Genoa

NEWS MERCATO FIORENTINA - Il calciomercato della Fiorentina entra nella fase calda e Commisso avrebbe intenzione di piazzare il nuovo colpo di attacco dopo...
Loading...

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!