in

Vialli: “Il cancro? Un compagno di viaggio indesiderato. Vado avanti”

Gianluca Vialli, capo delegazione della Nazionale
Gianluca Vialli, capo delegazione della Nazionale

Capo delegazione della Nazionale e uomo di fiducia del CT Roberto Mancini, Gianluca Vialli ha raccontato durante il primo episodio di “Sogno Azzurro”, docu-serie RAI, la sua personale battaglia contro il tumore al pancreas. Il cancro è un compagno di viaggio indesiderato. Devo andare avanti a testa bassa, senza mai mollare, sperando che un giorno si stanchi e mi lasci stare”.

Poi prosegue: “Il cancro è più forte e se lo combatti perdi. Non sto facendo una battaglia, perché non credo che sarei in grado di vincerla. L’ex attaccante si è poi soffermato sul rapporto con l’attuale CT azzurro e sugli obiettivi della Nazionale italiana: “Roberto è un leader serio, non deve dimostrare niente a nessuno. Credo sia giusto riportare l’Italia in alto e far divertire nuovamente i tifosi. Questa squadra è un mix tra disciplina e libertà”.

Sullo stesso argomento  Italia-Galles 1-0 a fine primo tempo: decisivo Pessina
Ronaldo e Chiesa, Juventus @imagephotoagency

Juventus, da Ronaldo a Chiesa: un attacco a breve termine

Emil Audero, portiere della Sampdoria @imagephotoagency

Da Audero a Ospina: la Juventus a caccia del vice Szczesny