in

Villarreal: la favola del mago Emery contro i Red Devils

Unai Emery, con la vittoria dell’Europa League ai danni del Manchester United, entra nella storia. Con lui anche il Villareal, vincitore per la prima volta della competizione. Uno schiaffo ad una grande superpotenza del calcio europeo, a dimostrazione che audacia e coraggio possano vincere su un calcio sempre più distante dalle proprie virtù

Unai Emery
Emery, ex allenatore dell'Arsenal

Nelle mani del mago Emery

Arriva un momento della vita nel quale le favole non emozionano più come una volta. Diventano un dolce sentire che trapassa il nostro senso uditivo, o almeno: questo è quello di cui ci convinciamo. Di certo le favole lasciano sempre una morale, della quale ciascuno ne fa ciò che meglio crede. La favola di ieri sera aveva come protagonista un submarino amarillo, di nome Villarreal, che tentava disperatamente di risalire sulla superficie dopo anni passati ad esplorare i fondali europei. Ha provato con tutte le sue forze, fin quando non incontra un mago di nome Unai Emery.

Geronimo Rulli
Geronimo Rulli, portiere del Villarreal

Questo sedicente mago spagnolo non chiacchiera molto, preferisce mettere in atto le sue magie segrete. Nessuno sa cosa faccia, però lo fa con una maestria tale da lasciar tutti a bocca aperta. Di questo mago si dice anche che per tre anni di fila ha permesso ad una sirena rojiblanca di nome Siviglia di diventare la più bella e brava delle sirene d’Europa. Per risalire la superficie, il submarino amarillo non è affondato nemmeno una volta. Mancava soltanto un ostacolo, l’ultimo prima di arrivare alla cima.

La sfida finale

Proprio quando il bagliore del sole cominciava a lambire il pelo libero dell’acqua, il submarino amarillo scorge da lontano dei mostri alti e possenti. Sono temuti e rispettati, signori della terra che per la loro ferocia sono soprannominati Red Devils. Vengono dall’Inghilterra, precisamente da Manchester, ed in quel mare dove naviga il submarino hanno trovato un premio prezioso. Lo vogliono a tutti costi, forti della loro tradizione di grandi signori delle terre europee; talmente forti che avevano fatto un patto con altri grandi signori per formare una lega invincibile dal nome Superlega.

Gerard Moreno, attaccante del Villareal @ImageSport
Gerard Moreno, attaccante del Villareal @ImageSport

In questa lega invincibile il piccolo Villarreal non era stato invitato. Non aveva salpato lungo mari così profondi da poter essere preso in considerazione. Un membro dell’equipaggio del submarino, chiamato Gerard Moreno, ha deciso di ribellarsi a questo schiaffo ricevuto. Lo fa nella sfida finale, quella dove vince chi dimostra tutta la propria audacia. Ma uno dei Red Devils, chiamato Edinson Cavani, reagisce al colpo subito. Entrambe le fazioni non si risparmiano, ma nessuna delle due riesce a prevaricare sull’altra. Bisogna decretare il vincitore, ed il fato è così beffardo da lasciare la battaglia decisiva agli estremi difensori delle due armate. Quello del submarino sferra il colpo finale, vincendo la guerra contro quella superpotenza tanto temuta e rispettata. La morale di questa favola, allora, è soltanto una: per quanto possa sembrare piccolo e indifeso, se il fuoco dentro chi lotta è animato da lodevoli virtù non sarà neanche la miglior superpotenza del mondo ad incutere timore.