Gerard Moreno, attaccante del Villareal @ImageSport
in

Europa League, eroe Rulli: il Villareal batte il Manchester United ai rigori

Il Vilareal piega il Manchester United ai calci di rigore: decisivo l’errore di David De Gea che si fa respingere il tiro decisivo da Rulli. I 120′ sono stati caratterizzati da tanto equilibrio, rotto da Moreno e Cavani

Cuore Amarillo

Il Villareal è la quinta spagnola a vincere l’Europa League, la quarta della carriera di Unai Emery da allenatore. Un match intenso e ben giocato da entrambe le formazioni caratterizza la finale di Danzica. Va in scena tutto il pragmatismo del Villareal, che si frappone tra la propria porta e la qualità del Manchester United. Guai a tacciare Unai Emery di difensivismo, però, visto l’avvio di gara da parte del Submarino Amarillo. La prima frazione è ben interpretata dagli spagnoli che all’inizio pagano l’emozione ma, sciogliendosi, spiegano il motivo della loro presenza in tale sede.

La partita nel complesso non è spettacolare, non si presenta come dominata dall’una o dall’altra compagine, ma il Villareal è abilissimo spezzare ogni sortita dello United. È questo il tema su cui si fonda il primo tempo, fino al gol di Gerard Moreno su assist di un precisissimo Dani Parejo. L’attaccante spagnolo eguaglia Giuseppe Rossi al primo posto nella storia dei marcatori del club, ma soprattutto sigla meritatamente il vantaggio. La spaccata dell’ex Espanyol divide la finale di Europa League in un prima e un dopo. E nel dopo, come spesso accaduto in questa stagione, c’è Edinson Cavani.

Gerard Moreno, attaccante del Villareal @ImageSport
Gerard Moreno, attaccante del Villareal @ImageSport

Risveglio Red Devils

Succede contro la Roma ad Old Trafford, succede contro lo stesso avversario all’Olimpico e anche nell’ultimo atto. Succede che si lascia troppo spazio in seguito ad un rimpallo ed ecco che Cavani non conosce il perdono. La puntata, l’esultanza, il VAR e la gioia definitiva ristabiliscono il pari dalle parti di Danzica. Il Manchester United subisce così lo stesso scioglimento muscolare che il Villareal ha provato nei primi 45′, costringendo i ragazzi di Emery a correre ai ripari. Il tecnico lo fa facendo entrare Coquelin e il più esperto Alcacer, mentre Solskjaer li ha già tutti dentro. Oltre al Matador, cresce un Greenwood impalpabile fino a quel momento, e Bruno Fernandes si posiziona al centro del villaggio.

Edinson Cavani, attaccante Manchester United @ImageSport
Edinson Cavani, attaccante Manchester United @ImageSport

Il secondo tempo della finale di Europa League riassume alla perfezione un’edizione non eccelsa nel complesso tecnico, ma estremamente fisica e caratteriale. C’è tanto di ciò in McTominay, che permette a Pogba di svincolarsi dai compiti difensivi ed imbeccare spesso Cavani e Rashford. Proprio l’inglese si divora un gol solo davanti a Rulli, salvo poi salvarsi a causa del fuorigioco. Allo scadere, un sinistro ambizioso di Pau Torres e terminato alto termina i 90′ di Villareal-Manchester United.

Bruno Fernandes, centrocampista del Manchester United
Bruno Fernandes, centrocampista del Manchester United

Rulli decisivo

L’extra time si mostra ancora come la fase più prudente di ogni partita da dentro o fuori. Manchester United e Villareal si preoccupano più di tenere il pallone lontano dalla propria area, ancor prima di offendere verso la porta avversaria. La stanchezza si fa sentire e miete le prime sostituzioni per affaticamento, su tutte quella di Pogba. Emery e Solskjaer si preparano dunque ai calci di rigore, con quest’ultimo che per l’occasione rispolvera Mata e Alex Telles. Le squadre ne sono consapevoli: l’Europa League si deciderà dal dischetto. La serie è interminabile, segnano tutti i calciatori di movimento e il portiere Rulli diviene l’eroe del Villareal. Prima segna il proprio, poi para a De Gea il tiro decisivo e regala il primo trofeo della storia ai suoi.

VILLAREAL – Gerard Moreno (gol), Raba (gol), Alcacer (gol), Alberto Moreno (gol), Parejo (gol), Gomez (gol), Albiol (gol), Coquelin (gol), Gaspar (gol), Pau Torres (gol), Rulli (gol)

MANCHESTER UNITED – Mata (gol), Telles (gol), Fernandes (gol), Rashford (gol), Cavani (gol), Fred (gol), James (gol), Shaw (gol), Tuanzebe (gol), Lindelof (gol), De Gea (parato)