in

Villarreal, che serata per Rulli! É lui l’eroe di Danzica

Il Villarreal di Unai Emery vince l’Europa League battendo in finale il Manchester United dopo una estenuante serie di 22 rigori: l’eroe della serata è il portiere Geronimo Rulli

Geronimo Rulli
Geronimo Rulli, portiere del Villarreal

Villarreal campione, Rulli decide la finale

Il 26 maggio 2021 sarà una data che difficilmente i tifosi del Villareal dimenticheranno. Il primo trofeo europeo conquistato dal Submarino Amarillo ha un valore straordinario, soprattutto in quanto conquistato contro una big europea, il Manchester United. La partita di Danzica è molto dura, tattica, sbloccata da due occasioni su palla inattiva. Le due zampate prima di Gerard Moreno e poi del Matador Edinson Cavani hanno regalato un gol per parte che ha prolungato lo scontro ai supplementari. I 30 minuti aggiuntivi di gioco sono stati dominati dalla tensione e dalla paura di perderla, più che dalla voglia di vincerla.

Poche occasioni e frazioni di gioco molto confuse, che hanno portato il match alla lotteria dei calci di rigore. Una serie di penalties perfetti, con i due portieri che poco hanno potuto sui rigori calciati dai dieci giocatori di movimento, che portano il match sul 10 a 10. La svolta arriva al rigore numero 21, calciato da Geronimo Rulli, portiere degli spagnoli, che dimostra di avere ghiaccio nelle vene: tiro perfetto e palla sotto l’incrocio. Subito dopo è tutto nei piedi del suo avversario David De Gea, che dagli undici metri però non calcia un gran rigore. Rulli intuisce, para e porta il suo Villarreal alla conquista dell’Europa League.

Emery
Emery, allenatore del Villareal

Rulli: “Non avevo mai calciato un rigore”

L’eroe della serata Geronimo Rulli ha espresso tutta la sua emozione e felicità ai microfoni di Sky Sport, dove ha dichiarato di non aver mai calciato un rigore prima di quello in finale: “Non avevo mai provato a batterne uno, l’unica cosa che ho pensato è stata fare entrare la palla in rete, e per fortuna così è stato”.

Non sono riuscito a pararne neanche uno, quindi dovevo fare qualcosa per regalare la vittoria alla mia squadra e sono contento di esserci riuscito. La sensazione che provo è fantastica, è il frutto del lavoro di tutta una stagione”.