in

Vlahovic, la Fiorentina sorride ma teme il suo addio

Un Vlahovic straripante che incanta l’Artemio Franchi con la doppietta al Milan, ma che allo stesso tempo preoccupa il club per un suo addio ormai dato per certo

Vlahovic (Fiorentina) @Image Sport
Vlahovic (Fiorentina) @Image Sport

È una Fiorentina sempre più targata Dusan Vlahovic. L’attaccante è in forma smagliante, come dimostrato dalla doppietta al Milan, e ha riconquistato quella fiducia che gli era mancata nei mesi scorsi. Ciò era attribuibile alle parole di Commisso e alla tagliola mediatica a cui era stato sottoposto per l’incertezza del rinnovo, che aveva innervosito non poco la tifoseria viola. Ma è proprio in una situazione spiacevole come questa che il serbo ha tirato fuori le unghie, togliendo a tutti gli alibi nel poterlo contestare. Si è concentrato su quello che meglio sa fare: giocare a calcio e fare goal.


Scarica la nostra App


Se da un lato le prestazioni di Vlahovic rincuorano Italiano, dall’altro è ora per la Viola di pensare a come sostituirlo, ammesso che sia possibile. La partenza per gennaio non è da escludere, visto che andando oltre potrebbe rischiare di perderlo a zero. Al momento un innesto gradito alla Fiorentina corrisponderebbe al nome di Domenico Berardi.