Croazia-Italia, Spalletti si gioca la qualificazione: le parole di Donnarumma

Alle ore 21, l'Italia scenderà in campo contro la Croazia per l'ultima sfida della fase a gironi, con la formazione di Spalletti a cui basta un punto per superare il turno: le parole di Donnarumma nel pre match

Francesco Mazza A cura di Francesco Mazza CroaziaItaliaCampionato Europeo

Dopo la vittoria all’esordio in rimonta con l’Albania e la sconfitta rimediata contro la Spagna, l’Italia si appresta ad affrontare la Croazia nella terza ed ultima giornata della fase a gironi di EURO 2024. Gli Azzurri si giocheranno quindi la qualificazione in questo match, nel quale avranno a disposizione due risultati su tre, in quanto anche il pareggio basterebbe per superare il turno.

Il CT Luciano Spalletti spera di vedere la prestazione effettuata con l’Albania, per cancellare i dubbi e le difficoltà emerse contro gli spagnoli. In vista di questa gara, l’ex allenatore del Napoli ha optato per una mini rivoluzione nell’undici titolare, a partire dal modulo fino agli interpreti. Occhio alla voglia di rivalsa della Croazia, che dopo il solo punto conquistato nei primi due match, vede la propria qualificazione appesa ad un filo, necessitando di una vittoria.

Croazia-Italia, Donnarumma: “Ce la faremo sicuramente”

Pochi istanti prima del fischio iniziale, fissato per le ore 21, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport il numero uno dell’Italia, Gianluigi Donnarumma, reduce da una grande prestazione contro la Spagna, nonostante la sconfitta. Queste le sue parole: “Scelte di formazione? Sorpresi no, abbiamo 26 giocatori che possono giocare tranquillamente. Siamo tutti forti e tutti possono aiutare.

Donnarumma ha poi concluso: “Ora sarà importante l’atteggiamento, la predisposizione al gioco, il mantenere la palla e l’avere voglia di non prendere gol. Queste sono le cose principali al di la del modulo. Difficile da spiegare. Indossare questa maglia e sapere che hai 60 milioni di italiani che ti guardano è indescrivibile. Ora però serve testa lucida, così ce la faremo sicuramente“.