EURO 2024, la Romania supera 3-0 l’Ucraina: Stanciu e Man sugli scudi, male Lunin

Nel gruppo E di EURO 2024, la Romania si impone per 3-0 nei confronti dell'Ucraina: in rete Stanciu, Marin e Dragus, mentre partita da dimenticare per Lunin

Francesco Mazza A cura di Francesco Mazza RomaniaUcraina

EURO 2024 prosegue con il primo match del gruppo E, che alle ore 15 ha visto scendere in campo Romania ed Ucraina. La gara è terminata sul punteggio di 3-0: risultato che soprattutto per quello che si è visto nel primo tempo è decisamente troppo pesante per la formazione di Rebrov, che paga anche una giornata no da parte dell’estremo difesore Lunin.

In casa Romania invece grandi prestazioni per Stanciu e Man, che sono i grandi protagonisti di questa fondamentale vittoria in ottica qualificazione. Il primo apre le marcature con un gran destro da fuori area, mente l’esterno offensivo del Parma non trova la via della rete ma fornisce due assist e mantiene in costante apprensione la difesa dell’Ucraina.

Romania-Ucraina 3-0, il racconto del match

Match che si apre con l’Ucraina che mantiene il controllo della partita, dando l’idea di poter sbloccare il risultato da un momento all’altro. La Romania però riesce a mantenere la compattezza in fase difensiva, con un Dragusin praticamente perfetto, e sfrutta al meglio il primo errore dei giallazzurri. Al 29′ infatti Lunin inaugura il suo pomeriggio da incubo con un errore in rilancio regalando palla a Man che serve Stanciu, che con un destro all’incrocio firma l’1-0.

L’Ucraina prova a reagire con qualche iniziativa dalla sinistra di Mudryk, che però non riesce a trovare lo spunto giusto e nemmeno a connettersi con Dovbyk, ben controllato dai centrali rumeni. Al rientro dagli spogliatoi, è la Romania a prendere in mano le redini del gioco, trovando al minuto 53 il raddoppio con Razvan Marin. Il centrocampista dell’Empoli lascia partire una conclusione non irresistibile da fuori area, ma trova la complicità di Lunin che si fa passare la sfera sotto le braccia.

La formazione di Rebrov subisce il doppio svantaggio e pochi minuti più tardi viene trafitta anche dalla terza rete della Romania, che viene siglata da Rebrov, che deve solo appoggiare a porta vuota dopo un’altra grande percussione di Man. La terza rete dell’Ucraina taglia completamente le gambe agli ucraini, che solo nel finale trovano la forza di creare un paio di occasioni senza però riuscire ad accorciare le distanze.