Osimhen cala l’asso, Lukaku incerto. Chiesa guarda le carte di Calafiori: cosa sta succedendo in Serie A?

Il calciomercato ha dato il via al calciomercato: Osimhen, Lukaku, Chiesa e Calafiori al centro delle trattative, ma cosa sta succedendo in Serie A?

Lorenzo Gulino A cura di Lorenzo Gulino

Calciomercato, Pronostici e Consigli: seguici anche su ...

Come di consueto è tornato l’appuntamento estivo del calciomercato. Il 1 luglio ha dato il via alle ufficialità e alle tante trattative che caratterizzeranno i prossimi due mesi. I nomi sulla lista sono molti, soprattutto per quanto concerne la Serie A che dovrà tenere alto il proprio livello. L’obiettivo, infatti, è confermare quanto di buono fatto vedere in Uefa Conference League, Europa League e Champions League, nonostante a sporcare il tutto ci abbia pensato un deludente Euro 2024 da parte dell’Italia.

Crocevia Napoli-Juventus

Non si può che iniziare da due squadre che sono pronte a rivoluzionare il loro modo di vedere il calcio. La Juventus, senza ombra di dubbio, con il passaggio da Allegri a Thiago Motta, è pronta ad accogliere nel proprio mondo il bel gioco, ma soprattutto nuovi interpreti. Douglas Luiz ne è la dimostrazione, ma poi bisogna volgere lo sguardo anche a quel Thuram che potrebbe rappresentare la grande scommessa bianconera.

Ma del resto il grande amore della Juventus prende il nome di Riccardo Calafiori. La Vecchia Signora vorrebbe puntare tutto su di lui, ma le richieste del Bologna non sarebbero così semplici da accontentare. Tra i 40 e i 45 milioni di euro quelli richiesti dai rossoblù, senza contare l’inserimento del Chelsea nella trattativa. Insomma un affare complesso, ma che il club bianconero vorrebbe provare a chiudere a tutti i costi.

Attenzione, poi, alla carta vincente che potrebbe essere giocata dal Napoli. Se da una parte c’è il caso Di Lorenzo che lega il club partenopeo alla Juventus, dall’altra ci sarebbe l’operazione Federico Chiesa. L’esterno offensivo sarebbe uno dei preferiti di Antonio Conte, ma la Vecchia Signora è pronta a metterci il carico richiedendo una cifra intorno ai 40 milioni di euro. Una somma importante che non solo De Laurentiis dovrà valutare.

Lo stesso Ghisolfi vorrebbe valutare vie alternative per arrivare a Federico Chiesa. La Roma potrebbe essere una concorrente valida, ma il problema è alla radice. Difficile che i giallorossi riescano a sborsare 40 milioni di euro per un solo calciatore, soprattutto in un momento dove il tesoretto delle vendite ancora sembrerebbe non venire a galla. Il Napoli, dunque, dovrà guardarsi bene le spalle, ma senza sopravvalutare la minaccia.

I veri pericoli, infatti, vengono dall’interno. De Laurentiis dovrà fare i conti con i casi Osimhen e Kvaratskhelia, con Antonio Conte che osserva preoccupato la situazione. Il nigeriano, ormai, sembrerebbe essere in direzione Premier League, o addirittura Arabia Saudita, mentre per il georgiano tutto è ancora un’incognita. L’intenzione è, senza ombra di dubbio, quella di tenerlo ma molto dipenderà anche dalla volontà del calciatore.

Certo è che se Osimhen dovesse partire il Napoli avrebbe già in mano il jolly da giocare. Lukaku potrebbe fare fin da subito le valigie per raggiungere il suo amato allenatore Antonio Conte. Certo è che il club partenopeo dovrà fare i conti con la possibile intromissione di un Milan ancora alla ricerca del post Giroud. Insomma la confusione è all’ordine del giorno, con il Chelsea che dovrà dare la sua sentenza. Nonostante ciò, il belga rimane un’alternativa al vero obiettivo che, almeno per il momento, sarebbe Zirkzee.

Questioni di Capitale

E se il denaro comanda su tutto, non potrà sicuramente esimersi dal guidare la Capitale. Due sponde opposte, Roma e Lazio, pronte a dare il meglio di loro in una finestra di calciomercato dal sapore di rinascita. Chiesa rimane il sogno dei tifosi e della dirigenza giallorossa, ma al momento i veri colpi di mano potrebbero essere Le Fée e Bellanova. Due innesti importanti al quale va accostata anche l’ufficialità di Sangaré.

Non ci si può, però, dimenticare l’esigenza del reparto arretrato della Roma che ha bisogno di almeno un nome. Qui a spuntare sarebbe Valentini del Boca Juniors il cui contratto scadrà a dicembre del 2024 e il cui valore di mercato si aggirerebbe intorno ai 6 milioni di euro. Un innesto possibile, ma che vede ancora sullo sfondo di uno dei calciatori più richiesti del momento, ovvero Hummels.

Il difensore tedesco, per il momento svincolato, è il vero tormentone di questo periodo estivo. La Roma vorrebbe provare ad affondare il colpo, ma la concorrenza ormai è arrivata alle stelle, passando dal Bayer Leverkusen fino ad arrivare al Como. Una delle squadre rivelazione della Serie B che, contro tutte le aspettative, ha conquistato la Serie A.

Ma se a destare grande scalpore è stato l’interesse di Hummels, figuriamoci quello per Varane. Il difensore francese, anch’egli svincolato come il tedesco, potrebbe essere il vero rinforzo di un Como scatenato e pronto ad affondare il colpo anche per Pau Lopez. Ma se tutte le strade portano a Roma, bisogna guardare anche l’altra sponda della Capitale.

La Lazio, dopo aver ufficializzato Tchaouna, non avrebbe intenzione di fermarsi. Cabal rimane nel mirino, ma a fare notizia sarebbe l’interesse per Greenwood. Un pallino anche della Juventus per il quale, però, il Manchester United non avrebbe intenzione di fare sconti. I Red Devils vorrebbero una cifra compresa tra i 35 e i 40 milioni di euro, destando così grandi dubbi nella testa delle due dirigenze italiane. Insomma un calciomercato ricco di trattative, ma piuttosto intricato e la domanda sorge spontanea: “Cosa sta succedendo in Serie A?”.