Tornado De Ketelaere, l’Atalanta decide sul riscatto: il Milan si mangia le mani

Mattia Gruppioni
3 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

Venti partite sulle ventitré a disposizione, 5 reti segnate e 6 assist ai compagni: primi sei mesi con la maglia dell’Atalanta unicamente e letteralmente da incorniciare per Charles De Ketelaere, piacevole riscoperta del calcio italiano dopo la deludente e buia stagione al Milan di Stefano Pioli. Lo scorso anno, apparendo più o meno con regolarità tra titolare e subentrato, lo stesso giocatore belga non convinse minimamente l’investimento effettuato da Maldini – che lo pagò circa 35 milioni di euro dal Bruges – dovendo migrare altrove per non spazientire ulteriormente tanto Pioli quanto una parte del tifo Diavolo.

Charles De Ketelaere, Atalanta
Charles De Ketelaere, Atalanta @Twitter

Lo stesso tifo e la stessa gente rossonera che, probabilmente, ora starà mangiandosi le mani di fronte ai numeri, alle giocate, all’estro ed alla duttilità del nuovo De Ketelaere formato Atalanta: un vero e proprio tuttofare del reparto offensivo disegnato e rimodellato da Gian Piero Gasperini a seconda dell’avversario e del tipo di partita che si vuole impostare. Il numero 17 della Dea gira attorno all’attaccante centrale – mobile alla Miranchuk/Lookman o boa alla Scamacca – nel 3-4-1-2, lo supporta assieme al Koopmeiners di turno nel 3-4-2-1, fino addirittura a creargli spazio da esterno in un ipotetico 3-4-3 più quotato a giocare, appunto, sui lati. Ed il Milan, come i suoi tifosi, scontato è dire starà rimpiangendo la scelta fatta.

Atalanta, De Ketelaere è rinato: pronto il riscatto

E dopo la doppietta rifilata alla Lazio a cavallo tra la metà del primo e la metà del secondo tempo, De Ketelaere è finito ulteriormente nel mirino dei riflettori di casa Atalanta: il club bergamasco sarebbe pronto a riscattare le prestazioni del giocatore belga proprio dal Milan, per una cifra pari a circa 22 milioni di euro. A fare il punto della situazione nel corso della giornata di martedì 6 febbraio ci ha dunque pensato l’esperto di calciomercato Nicolò Schira sul proprio account Twitter, dove viene spiegato come i piani della società di Percassi siano ormai delineati e certi: pronta l’esecuzione del diritto di riscatto fissata col club di Cardinale la scorsa estate.

In questo articolo si parla di: