Antonio Cabrini in ESCLUSIVA: “de Ligt giocatore di valore. Alla Juventus ora serve personalità”

Antonio Cabrini, ex terzino della Juventus e della Nazionale è intervenuto in ESCLUSIVA ai nostri microfoni sul calciomercato dei bianconeri

Lorenzo Bosca
3 Minuti di lettura
- Pubblicità -

Seguici sui nostri canali

Nei dizionari calcistici e non, sotto la voce “terzini sinistri” potrebbe essere tranquillamente riportato il nome di: “Antonio Cabrini”. Per oltre un decennio infatti, il panorama calcistico internazionale in quello specifico ruolo è stato a dir poco dominato da una sola figura: il Bell’Antonio. Soprannominato in questa maniera per via di un aspetto affascinante e seducente, sul terreno di gioco Cabrini era in realtà potenza e velocità allo stato puro, senza dimenticare un innato vizio per il gol. Riconosciuto tra i migliori terzini al mondo della sua generazione, il classe 57’ di Cremona, è a tutti gli effetti una colonna portante della storia della Juventus così come quella della Nazionale. In azzurro Cabrini ha trionfato nei Mondiali dell’82’ (da assoluto protagonista), mentre al fianco della Vecchia Signora ha collezionato ben 6 Scudetti, 2 Coppe Italia ed 1 Coppa dei Campioni (l’attuale Champions League). 

Oggi, ai nostri microfoni abbiamo avuto il piacere di intervistare il Bell’Antonio del calcio italiano, per discutere insieme circa il calciomercato della squadra che l’ha reso leggenda: la Juventus.   

Cabrini, Juventus
Cabrini con la maglia della Juventus

Antonio Cabrini: “Che acquisti Pogba e Di Maria! Su de Ligt…”

Nella sua carriera lei è stato un leader della difesa bianconera, posizione occupata oggi da Matthijs de Ligt. Come valuta la situazione dell’olandese, ora uomo-mercato?

“Parlare del futuro di questo ragazzo visto le voci degli ultimi giorni non è per nulla facile, anzi è impossibile. Vedo che è sul mercato. Alla Juventus ha fatto un buon primo anno mentre nell’ultimo ha faticato, sicuramente è un giocatore di valore, bisognerà vedere se rimarrà a Torino o meno”.

E a proposito del calciomercato, cosa crede che possa mancare ancora alla Juventus?

“Alla Juventus mancano quei tre o quattro elementi leader nel proprio ruolo. C’è bisogno di uomini con grande personalità in campo. Non servono grandi fuoriclasse o grandi atleti, ma c’è bisogno di grandi uomini con tanta personalità in campo”.

- Pubblicità -

Chi invece è già arrivato a Torino sono Paul Pogba e Angel Di Maria, come valuta l’acquisto del francese e dell’argentino?

Pogba è un grande colpo, conosce già l’ambiente. Anche Di Maria lo è: entrambi sono giocatori di esperienza, non sono all’inizio della loro carriera e hanno già vestito le maglie di una grande squadra. Sono uomini che hanno già vissuto il calcio di un certo livello”.

Si Parla di:
Lettura: Antonio Cabrini in ESCLUSIVA: “de Ligt giocatore di valore. Alla Juventus ora serve personalità”
P