Inter, Lautaro all’Atletico al 99%: lo scippo di Ausilio e il ruolo di Milito

Redazione
3 Minuti di lettura
- Pubblicità -

Seguici sui nostri canali

Il primo atto di Inter-Atletico Madrid è pronto ad andare in scena, ed uno dei protagonisti più attesi è ovviamente Lautaro Martinez. Il capitano dei nerazzurri si sta affermando come uno degli attaccanti migliori del panorama europeo, ma la sua carriera poteva assumere una piega decisamente diversa: Lautaro era molto vicino all’Atletico, ma non voleva venire da noi. È un grande giocatore e gli auguriamo buona fortuna”, queste le parole del presidente dei Colchoneros Enrique Cerezo, e non è l’unica testimonianza che conferma ciò.

Era gennaio 2018 quando questo giovane attaccante argentino stava facendo le fortune del Racing Club de Avellaneda, attirando l’attenzione dell’Europa. L’Atletico Madrid affondò il colpo, trovando l’accordo con il club proprietario sulla base di 12 milioni. Visite mediche programmate, foto con la cartellina dei Colchoneros e l’allora agente Rolando Zarate che dichiarava: “L’operazione con l’Atletico Madrid è chiusa al 99%”. La società della capitale spagnola non aveva però fatto conti con Ausilio, Zanetti ed il prezioso aiuto dell’ex bandiera dell’Inter Diego Milito.

Tra cifre e corsa contro il tempo: Lautaro il capolavoro di Ausilio

Su quell’1% di possibilità ancora intatto hanno lavorato Ausilio e Zanetti, partiti ugualmente per l’Argentina in una missione disperata contro il tempo, Queste le parole del direttore dell’Inter: Lautaro all’Atletico era quasi fatta, ma io partii ugualmente con l’obbiettivo di portarlo a Milano. Furono giorni di fuoco con un gran lavoro di squadra. Mi aiutarono Zanetti e Milito. Proprio quest’ultimo fu determinante: “Ho chiamato Zanetti perché sapevo che anche loro lo seguivano e a quel punto hanno accelerato. Ausilio è venuto qui e abbiamo chiuso”.

Piero Ausilio, ds dell'Inter
Piero Ausilio, ds dell’Inter @livephotosport

A mettere la chiosa finale sulle cifre il presidente del Racing Victor Blanco a Radio Continental: “Per fortuna non abbiamo chiuso con l’Atletico, che aveva offerto solo 12 milioni. Con l’Inter abbiamo trovato l’accordo per 27 milioni di dollari (22 di euro ndr), al netto delle tasse, più un 10% sulla futura rivendita”. Oggi Lautaro vale 4 volte di più, per quello che è stato un autentico capolavoro targato Ausilio. Anche questo è Inter-Atletico Madrid.

Accedi per ricevere Aggiornamenti

Segui le squadre o le competizioni che preferisci per restare sempre aggiornato!

Proseguendo dichiari di aver letto e compreso
l’informativa privacy

P