Milan, Jovic in bilico: Fonseca valuta le alternative

Non solo il dopo-Giroud, il Milan sta cercando anche il dopo-Jovic, che sembra non essere nelle grazie del nuovo allenatore rossonero Paulo Fonseca.

A cura di Samuel Devetak Calciomercato
- Pubblicità -

Il Milan si sta sempre più avvicinando a Joshua Zirkzee, giovane bomber che è stato uno dei volti più rappresentativi del Bologna che ha raggiunto la Champions League. L’addio di Olivier Giroud lascia uno slot libero in attacco e Noah Okafor e Luka Jovic sono per caratteristiche due pedine che risultano più impattanti a gara in corso, e difficilmente vestirebbero con continuità la maglia da titolare.

La titolarità in attacco dovrebbe appartenere a Zirkzee, rimane però aperta la questione Jovic. Proprio l’attaccante ex Fiorentina, Eintracht e Real Madrid è oggetto di riflessioni da parte della società: appena un mese fa sembrava che Jovic potesse rinnovare per altri tre anni, ora però, con l’arrivo di Paulo Fonseca alla panchina rossonera, le cose potrebbero cambiare.

Le alternative di Fonseca

Fonseca predilige un altro tipo di attaccante, sarebbe interessato ad altri due profili: uno è Armando Broja, attaccante albanese, classe 2001 di proprietà del Chelsea. A febbraio di quest’anno Broja è andato in prestito al Fulham, ora però è tornato dai Blues.

In questa sessione di Premier League ha segnato un solo gol, a ottobre scorso, con la maglia del Chelsea, proprio contro il Fulham. L’alternativa è Kévin Denkey, calciatore togolese 23enne, che al Cercle Bruges, club militante nella prima divisione belga con sede a Bruges, ha segnato ben 23 gol. La ricerca dell’attaccante rossonero continua.

Lettura: Milan, Jovic in bilico: Fonseca valuta le alternative
P