Shock Osimhen, da gol fatto a rigore contro: ma la Nigeria esulta

Lorenzo Zucchiatti
2 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

Dopo lo spettacolo della Coppa d’Asia, che ha regalato una finale a sorpresa tra Qatar e Giordania, le emozioni non sono mancate anche in Coppa d’Africa. In attesa della seconda semifinale tra i padroni di casa della Costa d’Avorio e il Congo, la prima finalista è la Nigeria, che ha battuto con grande fatica, ai rigori, il Sudafrica. Gara combattuta, sbloccata dal penalty di Troost-Ekong a metà secondo tempo, ma che ha visto nei minuti finali verificarsi un episodio shock che ha coinvolto Victor Osimhen.

Al minuto 85, un contatto galeotto nell’area delle “Super Aquile” non viene ravvisato dal direttore di gara, che lascia proseguire. I biancoverdi partono dunque in contropiede, che si conclude con il gol di Osimhen che, di fatto, chiuderebbe la partita e consegnerebbe la finale ai suoi. Ma ecco la doccia fredda offerta dal VAR, che “costringe” l’arbitro a rivedere la sua decisione, annullare la rete ed assegnare il rigore al Sudafrica. Mokoena segna l’1-1 e prolunga la sfida ai supplementari, ma alla fine è comunque la Nigeria ad esultare oltre il 120′.

La Nigeria 10 anni dopo: il titolo per agganciare il Ghana

Una finale attesa e sperata per una delle favorite alla vittoria della Coppa d’Africa. La Nigeria tornerà a giocarsi il titolo 10 anni dopo l’ultima volta, quando vince il trofeo, guarda caso proprio in Sudafrica contro il Burkina Faso. Un successo che varrebbe l’aggancio al Ghana nell’albo d’oro a 4 coppe sollevate, a -1 dal Camerun e -2 dall’Egitto. Ad Osimhen e compagni non resta che attendere l’esito della seconda semifinale tra Costa d’Avorio e Congo.

Seguici anche sui nostri Social

TI POTREBBE INTERESSARE

i più letti della settimana