Butic come Maignan, caos per razzismo in Reggiana-Feralpisalò

Lorenzo Zucchiatti
2 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

Poco più di due settimane dagli spiacevoli fatti di Udine che hanno visto coinvolto il portiere del Milan Maignan, eppure potremmo nuovamente essere di fronte ad un episodio di razzismo nel calcio italiano. Questa volta però non è il pubblico protagonista: il caos in questione è andato in scena in Reggiana-Feralpisalò, gara di Serie B terminata con il punteggio di 1-1. Nei minuti finali del primo tempo arriva l’espulsione dell’attaccante degli ospiti Butic, a seguito di un battibecco con l’emiliano Alessandro Bianco, e la tensione tra le due squadre si protrae anche uscendo dal terreno di gioco.

Tuttosport porta alla luce i dettagli di questa vicenda, riportando in particolare le parole di Balestrero, capitano e autore del gol del pareggio della Feralpisalò nel finale, che parla di un Butic vittima si un episodio di razzismo in campo. Il quotidiano sottolinea come sarà da capire adesso cosa avrà scritto l’arbitro Massimi a riguardo e cosa deciderà la Procura Federale, posto che, per ora, non sono stati fatti nomi circa il giocatore o dirigente della Reggiana che avrebbe pronunciato tale insulto al natio dell’ex Jugoslavia.

Caso Butic, parla Balestrero: “Reazione gestita male, ma c’è un insulto razzista”

Queste le parole dure di capitan Balestrero a fine partita: “Partita macchiata da un episodio vergognoso. L’espulsione è giusta, dopo una reazione gestita male da Butic, che, anche se molto scosso, avrebbe dovuto fare come Maignan, ma ha ricevuto un insulto razzista di una pochezza disumana. Ripeto la sua reazione non è giustificabile, ma Karlo è stato vittima di razzismo, e ci tengo a rimarcare che è un episodio di una gravita pazzesca. So di per certo che l’insulto era di sfondo razziale e questo non può accadere”. Strascichi di un Reggiana-Feralpisalò che rischia di essere ricordato per l’ennesimo fatto deplorevole del nostro calcio.

In questo articolo si parla di:

Seguici anche sui nostri Social

TI POTREBBE INTERESSARE

i più letti della settimana