Arrestato a Livorno, la foto di Mourinho sul panetto di droga

Lorenzo Gulino
2 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

Una notizia a tratti sconvolgente quella che è emersa nella giornata di ieri 3 febbraio. Il protagonista, seppur in maniera involontaria, è l’ormai ex allenatore della Roma José Mourinho. A Livorno, infatti, è stato arrestato un uomo per possesso di droga. Prima le volanti della polizia lo hanno trovato in piazza Garibaldi con 45 grammi di cocaina, poi è arrivata la perquisizione a casa.

Ed è proprio all’interno dell’abitazione che sono stati ritrovati poco più di due chili di hashish (esattamente 2.144,03), con uno dei panetti contrassegnato con la foto di José Mourinho. Il quarantenne, in questo momento, si trova nel carcere delle Sughere in attesa dell’udienza di convalida. Insomma una situazione alquanto particolare con lo Special One che ancora una volta, in un modo o nell’altro, fa parlare di sé.

Mourinho e l’addio alla Roma: il retroscena dell’anello

Giornate di fuoco per José Mourinho. Dopo l’addio alla Roma, sono stati tanti i club ai quali è stato accostato, ma adesso tutto sembra girare intorno allo Special One. Il panetto di hashish, ritrovato a Livorno, con il suo volto fa di certo scalpore, ma ciò che più fa notizia è il retroscena relativo all’addio del tecnico portoghese.

Mourinho, infatti, avrebbe lasciato l’anello della vittoria della Conference League, regalatogli dai calciatori stessi, dentro l’armadietto di Lorenzo Pellegrini. Oltre all’oggetto avrebbe messo anche una foto di lui che alza la Champions League con tale messaggio: “Quando diventerete uomini me la ridarete”. Un retroscena che fa riflettere tanto, ripensando all’esonero dello Special One.

In questo articolo si parla di:

Seguici anche sui nostri Social

TI POTREBBE INTERESSARE

i più letti della settimana