Atalanta, Scalvini segna senza scarpa: i precedenti in Serie A

Francesca Rofrano
2 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

Nella grande festa dell’Atalanta messa in scena al Luigi Ferraris c’è stato anche un evento abbastanza curioso che vede protagonista il difensore Giorgio Scalvini. Al minuto 76′ della partita, sul risultato momentaneo di 1-2 a favore della Dea, il calciatore nerazzurro si è visto annullare dal VAR un gol per fuorigioco di Pasalic al momento del tap-in del classe 2003, che però ha segnato senza una scarpa.

Ma cosa dice il regolamento in questi casi? La rete, giustamente annullata per fuorigioco, sarebbe stata comunque irregolare e quindi da invalidare a prescindere dalla posizione di Pasalic. Questo perché la rete risulterebbe valida soltanto in caso in cui la scarpa sia stata persa accidentalmente dal calciatore. La scorrettezza di Scalvini infatti è da ritrovarsi nel momento in cui, dopo il contrasto con Ekuban in cui la scarpa sinistra gli si sfila, il giocatore si abbassa per togliersela volontariamente e continuare l’azione. Un episodio particolare dunque che riporta alla mente altri due casi in Serie A.

Atalanta, gol senza scarpa: i precedenti da Elkjaer a Matri

La rete senza scarpa di Scalvini ha portato alla mente altri due episodi simili nel massimo campionato italiano, che vede protagonisti Elkjaer ai tempi del Verona dello scudetto nel 1985 e Alessandro Matri con la maglia della Juventus.

Il gol più iconico di questo tipo è stato segnato da Elkjaer nella sfida tra Verona e Juventus, che ha messo un tassello importante per la conquista dello storico scudetto degli scaligeri. Dopo il contrasto con Stefano Pioli, allora giovane difensore bianconero, al giocatore gli si sfila la scarpa destra, piede con cui poi ha calciato in porta trafiggendo Tacconi sul secondo palo. La fama da “Cenerentolo” però va attribuita anche a Alessandro Matri, nel gol segnato contro la Fiorentina nel 2013, su azione di Vidal. In quel caso, la regola numero 4 che parla di “equipaggiamento del calciatore“, non è stata violata per via dell’accidentalità della situazione.

In questo articolo si parla di:

Seguici anche sui nostri Social

TI POTREBBE INTERESSARE

i più letti della settimana