De Ketelaere show, Atalanta quarta: Lazio a fari spenti, Sarri cerca la svolta

Mattia Gruppioni
3 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

Riscopertosi anche infallibile rigorista per le contemporanee assenze in campo dei vari Scamacca, Koopmeiners, Muriel e Lookman, Charles De Ketelaere sta diventando sempre più simbolo inossidabile e piacevole scoperta estiva dell’Atalanta di Gian Piero Gasperini. Il centravanti belga – riproposto dallo stesso allenatore nel ruolo più avanzato possibile anziché da trequartista e sorprendentemente efficace da sparring partner fisico tanto di un ariete come Scamacca quanto di un fantasista come Miranchuk – ha segnato la doppietta decisiva nella vittoria casalinga della Dea sulla Lazio di Maurizio Sarri, rilanciando la compagine bergamasca al quarto posto in graduatoria dopo la vittoria del Bologna.

In rete al minut0o 43 per siglare il momentaneo 2-0 dopo il primo sigillo di Mario Pasalic al quarto d’ora di gioco, De Ketelaere ha spiazzato con grande freddezza dal dischetto il portiere Provedel, siglando il proprio primo centro dagli undici metri da quando arrivato in Serie A: nella ripresa, e più precisamente al minuto 76, il belga ha poi definitivamente chiuso la pratica Lazio mettendo a referto la propria personale doppietta ed il risultato sul 3-0 in favore di Gasperini, che ha poi dovuto fare i conti col rigore trasformato da Immobile per il 3-1 finale. Doppia marcatura di prestigio dunque per De Ketelaere, che sigla il proprio sesto gol in Serie A quest’anno grazie a perfetta assistenza di Scamacca: la coppia continua a funzionare.

Maurizio Sarri, Lazio
Maurizio Sarri, Lazio @LPS

Atalanta quarta, Lazio irriconoscibile: Sarri non ci sta

Leggero calo di tensione per la Lazio di Maurizio Sarri nella trasferta di Bergamo contro l’Atalanta, dove la compagine biancoceleste incappa nella prima sconfitta in Serie A di questo primo mese di 2024: dopo aver toccato addirittura quattro vittorie consecutive in campionato, i biancocelesti si arrendono dunque alla maggior veemenza e qualità degli avversari guidati da Gasperini, incappando però in uno scontro diretto per le zone nobili della graduatoria che potrebbe costare l’obiettivo Champions League. Ora il quarto posto, in una classifica comunque sempre corta, dista cinque lunghezze, e Sarri alza i toni nella conferenza post partita.

“Questi risultati hanno la loro valenza all’interno di un campi0nato così lungo: ho visto una squadra in difficoltà soprattutto nell’uscire palla al piede ed ora la classifica diventa deficitaria” – ha chiosato il tecnico della Lazio, che ha poi concluso il proprio intervent0 al termine della sfida esterna contro l’Atalanta parlando dei singoli. Queste le sue parole: Attendiamo il rientro a regime di giocatori importanti per noi, tra cui Felipe Anderson ed Immobile. In questo momento ci dobbiamo accontentare dei loro segnali: il primo ne sta dando da 2/3 partite, mentre il secondo ha avuto un anno problematico a dir poco e sta recuperando sempre più”.

In questo articolo si parla di:

Seguici anche sui nostri Social

TI POTREBBE INTERESSARE

i più letti della settimana