Fiorentina, il centrocampo preoccupa: dal caso Bonaventura ad Arthur e Duncan

Lorenzo Zucchiatti
2 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

Decisamente da dimenticare fin qui il 2024 della Fiorentina, che tutto ha portato meno che gioie. Debacle totale in Arabia nella Supercoppa italiana ed 1 punto conquistato in 4 gare di Serie A, con la sola soddisfazione di aver raggiunto la semifinale di Coppa Italia. Italiano auspica un’immediata reazione dei suoi ragazzi, per non perdere quel treno Champions League che mai come quest’anno offre una grande occasione. Oltre ad un attacco che fatica in zona gol, preoccupa il centrocampo.

Bonaventura è un caso, tanto in campo, con il gol che manca dal 3 dicembre 2023 con la Salernitana, quanto fuori, con il presunto flirt con la Juventus ed un rinnovo che sembra cosa assai lontana ogni giorno di più. A ciò si aggiunge un Arthur che, da equilibratore della squadra, non rende più come prima, complice qualche acciacco, e difficilmente rimarrà in viola anche la prossima stagione. E poi c’è Duncan, pupillo di Italiano, ma anch’esso con il prolungamento di contratto in stallo. Insomma una Fiorentina con parecchie grane dentro e fuori dal campo.

Esame Frosinone, occasione per Mandragora e Maxime Lopez?

Servono risultati per tornare a muovere la classifica, rimanere agganciati al treno Europa e riportare entusiasmo tra i tifosi e nello spogliatoio. Esame Frosinone al Franchi per la Fiorentina, contro una squadre alla quale, se concesso di giocare, può far male. Con i suddetti problemi a centrocampo, da Arthur non al meglio della condizione ad un Bonaventura in dubbio, occasione per uno tra Mandragora e Mazime Lopez, o addirittura per tutti e due in caso di solito 4-3-3. Entrambi hanno dato segnali di vita, dopo una prima parte di stagione ai margini, e potrebbero affiancare Duncan in mediana nel lunch match di domani.

In questo articolo si parla di:

Seguici anche sui nostri Social

TI POTREBBE INTERESSARE

i più letti della settimana