Genoa-Atalanta, Gilardino e il dilemma futuro: “Ho altri pensieri”

Lorenzo Ferrai
3 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

Genoa imbattuto da cinque partite, atteso da un vero e proprio esame di maturità, domani al Ferraris contro un’Atalanta in ottima forma, lanciata verso il quarto posto. Sfida che potrà fornire ulteriori indicazioni per le ambizioni di Alberto Gilardino, presentatosi nella consueta conferenza stampa della vigilia. Il mister è partito esprimendo soddisfazione per i recuperi degli infortunati: “È perfetto. Ci siamo allenati ieri e lo faremo oggi nella rifinitura. Siamo a buon punto con i rientri, anche se è normale che non tutti abbiano i 90′ nelle gambe“.

Un Gilardino sensibilmente più tranquillo dopo aver ritrovato la squadra ai ranghi completi: “Ho la fortuna di avere scelta in tutti i reparti. Credo sia molto positivo. C’è tanta concorrenza e voglia di ritagliarsi un posto in questa stagione. Siamo completi anche in mezzo. Avrò tanta scelta, è complicato però è anche un bene perché posso scegliere sia all’inizio, che a gara in corso“.

Genoa-Atalanta, Gilardino: “A Gasperini devo molto”

Nel corso della conferenza stampa, Gilardino è stato interpellato sul rinnovo: “Da parte mia c’è stima nei confronti della società, dei dirigenti e dell’ambiente. C’è un legame autentico, anche con i nostri tifosi che ci accompagnano sempre. Io cerco di smorzare gli animi ma sono parole ambiziose. Siamo tutti ambiziosi, ma dobbiamo guardare alla realtà, il primo obiettivo è fare 12 punti. Per ora sono concentrato sul io lavoro, per il futuro, ci siederemo e discuteremo. Ci sarà tempo“.

Gasperini, Atalanta
Gasperini, Atalanta @livephotosport

Genoa attesa da una partita complicata contro delle squadre più in forma del campionato. Gilardino ha risposto in merito alla possibile strategia per anestetizzare la forza della Dea: “Sono una squadra forte. Ha fatto un percorso incredibile negli ultimi anni, grazie anche al lavoro dell’allenatore. Noi dovremo avere gli occhi di quelli che cercano l’impresa“. Il mister rossoblù ha elogiato anche il proprio mentore, Gasperini: “Finché sei giocatore non ci pensi, ma quando smetti ti accorgi di quello che ha lasciato una persona. Devo tanto al mister, ti porta all’estremo delle tue potenzialità“.

Atalanta avversario complicato, anche per il modo di scendere in campo, preso come riferimento da molte squadre. Gilardino ha dato un proprio parere su questo sistema: “Credo sia riproponibile, ed è il bello del calcio. Bisogna avere delle basi solide prima, a cominciare dai piani alti“. Per mettere in difficoltà Gasperini, Gila ha risposto in merito alla possibilità di un Genoa maggiormente offensivo: “Ho tanti pensieri in testa. Conosco il materiale che ho in squadra ma devo avere equilibrio e pensare anche all’avversario“.

In questo articolo si parla di:

Seguici anche sui nostri Social

TI POTREBBE INTERESSARE

i più letti della settimana