Guai per il Torino, Rodriguez preoccupa: l’esito degli esami

Lorenzo Zucchiatti
2 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

Piove sul bagnato per il Torino, reduce da una settimana caratterizzata dalle parole dure di Juric contro i tifosi, le successive scuse, l’Europa come condizione della sua permanenza, ed un pareggio a Sassuolo che rende proibitivo tale traguardo. Ancora guai per Ricardo Rodriguez che, dopo aver accusato problemi già contro la Salernitana che avevano evidenziato un semplice sovraccarico muscolare, si è nuovamente fermato al Mapei Stadium dopo una ventina di minuti.

Non una grande idea rischiarlo dopo l’avvisaglia della giornata precedente, ma tant’è che ora Rodriguez preoccupa e non poco: sta mattina il giocatore ha effettuato le analisi di rito e l’esito degli esami ha evidenziato un interessamento distrattivo di basso grado del muscolo pettineo di destra. Il club fa sapere che il quadro verrà rivalutato nelle prossime settimane, ma trattasi di qualcosa di più del problemino accusato contro la Salernitana. Venerdì c’è il Lecce, chi prenderà il suo posto nel Torino?

Da Sazanov a Masina: Juric ridisegna la difesa

Un bel problema per il Torino la perdita di una della colonne portanti della squadra, ed ora, complice anche l’assenza di capitan Buongiorno e del lungodegente Schuurs, Juric deve ridisegnare la difesa. Probabile riconferma di Lovato al centro del terzetto, mentre per i braccetti le soluzioni prevedono Djidji o l’abbassamento di Tameze sulla destra e l’impiego di uno tra Sazanov e Masina sulla sinistra. L’ex Udinese, l’ultimo arrivato in granata, era stato preso più come esterno di centrocampo, ma lo stop di Rodriguez lo candida a diventare un’opzione da centrale.

In questo articolo si parla di: