Immobile nella storia, la Lazio respira: ora la Champions per Sarri

Lorenzo Zucchiatti
2 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

Stava quasi diventando un mini tabù, ma due fiammate, una su rigore a Bergamo e una questo sabato a Cagliari, bastano per far entrare Ciro Immobile nella storia: sono 200 in Serie A per il natio di Torre Annuziata, un qualcosa di straordinario che conferma, se ce ne fosse stato ancora bisogno, la sua presenza nell’élite degli attaccanti in Italia. 8° posto per lui nella classifica all-time dei bomber del nostro campionato, ma Baggio e Di Natale, rispettivamente a +8 e +9, sono nel mirino.

La Lazio respira anche grazie a lui, in una gara apparentemente semplice ma che ha nascosto non poche insidie ed ha costretto Provedel ad un paio di parate sublimi. l’1-3 finale, oltre al 200esimo gol in Serie A di Immobile, ha visto il ritorno alla rete di Felipe Anderson, quest’anno fermo a quota 3 e al centro delle voci di mercato che lo vedono promesso sposo della Juventus. Ora c’è la Champions League per Sarri, in una doppia sfida con il Bayern Monaco che la Lazio, al di là del risultato, dovrà dimostrare di affrontare con la maturità della grande squadra.

Lazio stupiscici: Bayern Monaco ferito in campionato

Che la sfida penda dalla parte dei campioni di Germania è cosa facilmente immaginabile, ma il cacio è strano e se la banda di Sarri dovesse centrare la partita perfetta, la sorpresa è dietro l’angolo. Ci sarà la spinta dell’Olimpico a fare la differenza, oltre al fatto che il Bayern Monaco è un gigante ferito: ha fatto decisamente notizia il 3-0 subito dai bavaresi dal Bayer Leverkusen nello scontro diretto per la vittoria del titolo, e il rischio di passare lo scettro quest’anno è molto alto. Una gara di Champions League da giocare senza pressioni, e dunque Lazio stupiscici.

In questo articolo si parla di: