La confessione di Marotta: “Addio alla Juventus? Non volevo Ronaldo”

Federica Concas
2 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

Ospite su DAZN durante la trasmissione Supertele di Pierluigi Pardo, Giuseppe Marotta ha parlato a tutto tondo del momento importante vissuto dall’Inter, della questione Zielinski e dei progetti futuri. Tuttavia, a caratterizzare la lunga chiacchierata è stata anche la confessione rilasciata dal ds nerazzurro relativa all’addio che qualche hanno fa lo ha separato dalla Juventus: “L’operazione Cristiano Ronaldo in parte non mi trovava d’accordo, dal punto di vista economico è stata molto impegnativa, ma non è stato l’unico elemento che ha portato al divorzio. Era finito un ciclo. Quando con la proprietà si hanno strategie diverse è il manager che deve fare un passo indietro”.

Juventus-Ronaldo, l’operazione che fece storcere il naso a Marotta

L’operazione Juventus-Ronaldo non fu ben accetta da tutti, nonostante risuonò a livello mediatico come il colpo di mercato per eccellenza made in 2018. A storcere il naso fu proprio Marotta, allora ds bianconero, che non appoggiò la scelta della società di investire una somma pari ad oltre 115 milioni di euro. Un’operazione che tuttavia, come sottolineato all’epoca da Forbes, era stata favorita dal fisco grazie alla cosiddetta legge di stabilità varata un anno prima.

Dettagli di un’affare indicato come la scelta del secolo ma che tuttavia si è poi rivalso a livello economico negli anni a divenire. Stagioni in cui la Juventus in ottica societaria e di bilancio ha registrato non pochi grattacapi Una circostanza fiutata in anticipo da Marotta, l’unico a storcere il naso. in virtù dell’arrivo di Cristiano Ronaldo. Un colpo di mercato passato alla storia.

In questo articolo si parla di:

Seguici anche sui nostri Social

TI POTREBBE INTERESSARE

i più letti della settimana