L’arbitro anonimo colpisce ancora: “Napoli penalizzato”

Riccardo Siciliano
2 Min. lettura

Segui i nostri Pronostici su

Dopo le dichiarazioni delle scorse settimane, l’arbitro anonimo di Serie A torna a parlare a Le Iene: “Non mi hanno ancora trovato, è una ricerca incessante che prosegue su vari fronti, C’è più di un sospettato, ma sono ancora qui libero di parlare e dire quello che non va nel mondo degli arbitri

L’arbitro è tornato sugli episodi Fiorentina-Inter: “Due giornate fa, durante Fiorentina-Inter, non è stato concesso un calcio di rigore evidente a favore della Fiorentina, per una trattenuta prolungata di Bastoni su Ranieri. Qui il Var Marini sarebbe dovuto intervenire per far rivedere l’azione ad Aureliano, che sbaglia anche a non fischiare rigore per l’uscita di pugno di Sommer su Nzola. Qui correttamente il Var ha chiamato l’arbitro. Da notare che un episodio molto simile in Cagliari-Milan di due stagioni fa, non fu punita né dall’arbitro né dal Var. Episodi simili, una volta il Var interviene, l’altro no. I tifosi non capiscono, ma neanche noi“.

Arbitro anonimo: “Napoli penalizzato”

Il direttore di gara ha parlato anche di un episodio dubbio in Napoli-Verona: “C’è un evidente fallo per intervento di Cabal, che con la sua gamba colpisce la gamba destra di Kvaratskhelia prima di toccare il pallone. Azione da inquadrare in due fasi: è nella prima che scatta la punibilità, perché il difensore crea un danno all’attaccante. Il fatto che nella seconda fase il difensore tocchi il pallone non è rilevante ai fini del decretare o no il rigore. L’arbitro valuta erroneamente il contatto come non falloso, ma inspiegabilmente il Var non interviene. Il Napoli quest’anno ha avuto una serie di episodi sfavorevoli“.

In questo articolo si parla di:

Seguici anche sui nostri Social

TI POTREBBE INTERESSARE

i più letti della settimana